Statuto societario

THE ITALIAN CELTS CSC Est. 2007

STATUTO SOCIETARIO

“The Italian Celts CSC”

ART. 1 – E’costituito, in data 05 Settembre 2007, il “The Italian Celts” (Club) alla presenza dei Sigg. Alessandro Boretti, Roberto Longobardi, Roberto Ruggieri e Massimiliano Troiani (Soci Fondatori). Scopo principale del Club è far conoscere e diffondere la storia del Celtic Glasgow F.C. e dei suoi tifosi, affiliarsi all’Associazione dei Celtic Supporters Club (onde poter riportare nel logo la dicitura C.S.C.), organizzare incontri aperti a tutti i membri del club, agevolare gli iscritti per l’acquisto di biglietti per le partite, organizzare trasferte per seguire la squadra e quant’altro sia connesso al Celtic Glasgow F.C. . Il Club è contro ogni forma di violenza, razzismo, discriminazione, polemica politica e quant’altro non connesso allo scopo principale sopra riportato.

ART. 2 – Il Club ha sede in Via Santuario della Salute, 33 – 37062 Madonna di Dossobuono (VR) ed è dedicato alla memoria di Johnny Doyle; s’invitano pertanto i soci ad approfondirne la conoscenza e a onorarne la memoria attraverso qualsiasi attività e/o iniziativa.
Il Club ha i propri indirizzi telematici per interagire al seguente recapito:

BLOG: https://memocelts.wordpress.com
FORUM: http://celticfc.forumfree.it
FACEBOOK: The Italian Celts CSC est. 2007
TWITTER: TheItalianCelts
YOUTUBE: ItalianCeltsCSC
EMAIL: italiancelts@yahoo.it

L’accesso ai siti telematici è libero e non esistono filtri né moderatore. Chiunque può lasciare messaggi perchè il Club persegue la libertà di opinione, ma il Club non risponde in maniera assoluta di lettere, messaggi e qualsiasi commento che vada contro i principi dettati all’articolo 1 per cui ognuno sarà il solo responsabile di quello che avrà scritto. Se ritenuti offensivi o lesivi della reputazione di terzi, il Direttivo si riserva la facoltà di eliminare i messaggi e richiamare gli eventuali responsabili ad un comportamento consono ai dettami dell’articolo 1.

ART. 3 – I Soci Fondatori di cui all’art. 1, diventano membri del Consiglio Direttivo (Direttivo) che avrà titolo per tutte le decisioni inerenti alle attività dell’Associazione.

ART. 4 – Ai Soci Fondatori sono attribuite le seguenti cariche:

Presidente: Alessandro Boretti
Segretario / Tesoriere: Roberto Longobardi
Consiglieri: Massimiliano Troiani, Roberto Ruggieri

ART.5 – Possono essere tesserati al Club tutti coloro che ne condividono le finalità e ne accettino lo Statuto. Gli associati hanno l’obbligo di osservare lo Statuto, di rispettare le decisioni degli organi del Club e di corrispondere le quote associative. La quota annuale corrisposta dai membri del Direttivo è doppia rispetto a quella dei soci ordinari. Il Club garantisce il trattamento dei dati personali secondo la normativa vigente.

ART.6 – Il tesserato che con la propria condotta si rendesse responsabile di atti contrari a quanto citato all’articolo precedente, di danni materiali o di danno all’immagine del Club potrà essere allontanato dall’Associazione, su decisione irrevocabile del Direttivo.
Il tesserato è tenuto a leggere lo Statuto del Club. La perdita della qualità di tesserato non dà diritto alla restituzione della quota associativa versata, salvo casi che costituiscano eccezioni, deliberati di volta in volta dal Direttivo.

ART.7 – Il Club incoraggia le iniziative di beneficenza ed indirizza tale attività, di propria iniziativa o mediante segnalazioni dei soci, mediante l’adesione a progetti ben determinati, lasciando libertà di partecipazione a seconda delle disponibilità di ognuno.

ART.8 – Gli Organi del Club sono: il PRESIDENTE e il CONSIGLIO DIRETTIVO

ART.9 – Il Presidente è eletto nell’ambito del Consiglio Direttivo (Direttivo) e rimane in carica fino al momento in cui presenta le dimissioni e queste sono accettate dalla maggioranza del Direttivo o fino a quando gode della fiducia della maggioranza del Direttivo.
Il Direttivo, composto dai Soci Fondatori e da altri soci segnalati dai Fondatori stessi, elegge al suo interno le cariche di Presidente, Segretario e Consiglieri, tutti responsabili di specifiche funzioni.
I membri decadono dalla carica non appena presentano le dimissioni e queste sono accettate a maggioranza oppure il Direttivo propone voto di sfiducia nei confronti del diretto interessato con votazione a maggioranza.

ART.10 – Il Direttivo è l’organo esecutivo del Club. Le decisioni s’intendono approvate se votate a maggioranza dei componenti. E’ ammesso il voto per delega e via telematica. Il Direttivo delibera su tutte le decisioni inerenti l’attività, sportiva e non, del Club; fissa le quote associative annuali, ordinarie e straordinarie, delibera l’ammissione di nuovi tesserati, stabilisce i programmi di attività, fissa le date delle riunioni, approva il bilancio preventivo e consuntivo redatto dal Segretario, decide in merito alla produzione del materiale.

ART.11 – Il Direttivo si considera decaduto quando vengano a mancare i 2/3 dei suoi componenti, senza che ne sia possibile la sostituzione.

ART.12 – Per qualsiasi iniziativa che chiunque volesse intraprendere a nome del Club, si chiede che il Direttivo ne sia informato preventivamente per poter esprimere il formale assenso ovvero opporre il giustificato diniego.

ART.13 – Il patrimonio del Club è costituito dalle quote associative versate dai tesserati e da eventuali altre entrate. Le quote e i versamenti servono per l’affiliazione all’Associazione dei Celtic Supporters Club, per altre affiliazioni, per l’acquisto di materiale organizzativo e per la produzione di materiale (gadget) con il nome del Club. Non è prevista la ripartizione di denaro rimasto in cassa fra nessuno dei tesserati.

ART.14 – Lo scioglimento del Club è deliberato dal Direttivo, qualora vengano a mancare i fini e l’attività stabilita dallo Statuto. Il Direttivo delibera in merito alla liquidazione delle eventuali somme rimanenti in cassa, da devolvere in beneficenza.

ART.15 – Eventuali altre disposizioni, regolamenti societari, norme comportamentali dovranno essere rispettati da tutti i tesserati, nessuno escluso. Al Direttivo è demandato l’onere di far rispettare tutte le disposizioni del presente Statuto.

ART.16 – II Direttivo si riserva la facoltà di apportare modifiche al presente Statuto in qualsiasi momento ciò dovesse rendersi necessario.

Visto, letto e approvato dai soci componenti del Direttivo.

Data: 05/09/2007

Annunci