L’altro Old Firm: alla scoperta del Linfield

CHAMPIONS LEAGUE LINFIELD OLD FIRM / BELFAST – Secondo turno preliminare di Champions League: a Belfast una sfida più accesa che mai, non solo dal punto di vista calcistico.

Se l’Old Firm è tra i derby più belli al mondo per il semplice fatto che va al di là della rivalità calcistica, la partita che ci attende oggi, 14 luglio, non sarà da meno (con le giuste misure ovviamente). In Irlanda del Nord, il Linfield è tornato a vincere il titolo dopo cinque anni. Il trofeo è tornato nella sponda rossoblu di Belfast, riempiendo il palmares per la 52a volta, cosa che lo rende il club più titolato dell’Irlanda del Nord. Eppure non è stato facile: come già detto, i Blues non conquistavano il titolo da troppo tempo per quelli che sono stati gli standard del club nella sua storia. Ciò permette alla squadra allenata da Feeney di poter accedere ai preliminari di Champions League. Al primo turno il club ha eliminato il La Florita, accedendo così al secondo turno. E la sfida è tra le più attese: gli avversari saranno gli scozzesi del Celtic. Ma da dove nasce tanta attesa?

Partiamo dalle origini. Il club nasce a sud di Belfast, nel quartiere chiamato Sandy Row. La comunità residente in questo distretto è principalmente protestante, facente parte della working-class. Dal 1800, la zona era un punto di riferimento per il mercato e il commercio, visto che in essa risiedevano anche numerosi negozi e mercati. Questa concentrazione rimase viva almeno fino agli anni ’60 del 1900, quando iniziarono i “Troubles”, conflitti noti anche col nome di “Guerilla War”. Con questo nome si fa riferimento alla battaglia interna nel paese tra protestanti e cattolici. I primi rivendicavano l’unione della nazione allo stato britannico, mentre i secondi lottavano per l’indipendenza. Il conflitto prese brutte pieghe, degenerando in tutto il paese e non solo: la questione arrivò anche in Irlanda, Inghilterra e Scozia. Circa 3500 persone persero la vita, mentre il numero dei feriti era di gran lunga maggiore. La questione venne risolta più di trent’anni dopo, nel 1998, grazie al “Good Friday Agreement”. Ma nonostante ciò la spaccatura è ancora sana.

Percorrendo le strade di Sandy Road, si possono notare murales in favore della comunità protestante così come locali di souvenir, adibiti anche per la raccolta fondi come il “One Stop Ulster Shop”. Tutto ciò conferma la forte influenza della comunità protestante, che si riflette anche nel club calcistico.

Vige nel Linfield la regola (non scritta) che non si possono tesserare giocatori della “fazione” religiosa opposta, quindi cattolici. Pochi sono i casi in cui questa legge è stata violata. Tale usanza richiama molto la rivalità tra Rangers e Celtic, con i Gers che rappresentano la sponda protestante. Non a caso, Linfield, Rangers Chelsea, rispettivamente nordirlandesi, scozzesi e inglesi sono conosciute con l’appellativo di The Blues Brothers per il colore della loro maglia e per la fede religiosa che li accomuna, quella protestante, tanto da aver creato tra le tifoserie un fortissimo gemellaggio.

La sfida di oggi che vedrà fronteggiarsi Linfield Celtic ha dunque il sapore di un vero e proprio Old Firm. Il “first leg” si giocherà nella capitale nord irlandese, a Belfast. Per motivi di ordine pubblico, dovuti al fatto che lo stadio non ha una capienza eccessiva così come la zona dello stadio limitata, i tifosi scozzesi di Glasgow non potranno andare in trasferta. Diverso invece quanto deciso per la sfida di ritorno al Celtic Park, aperta ai tifosi ospiti, dove molto probabilmente ci sarà un clima ancor più caldo, visto che saranno presenti senza ombra di dubbio tifosi dei Rangers a supportare i loro “fratelli”.

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...