Pokerissimo del Celtic: Rangers travolti in casa. Old Firm senza storia.

RANGERS 1-5 CELTIC

Sinclair (7′ pen), Griffiths (18′), McGregor (52′), Boyata (66′), Lustig (87′)

RANGERS 1-5 CELTIC

Scottish Premiership, Rangers-Celtic 1-5: Rodgers, 6 Old Firm e 5 trionfi. Tutto facile per i biancoverdi, che calano la manita e restano imbattuti

Il titolo di campione di Scozia festeggiato già il primo aprile, League Cup già in bacheca, Scottish Cup da conquistare nella finale con l’Aberdeen per centrare il triplete. Si può fare di meglio? La risposta è sì, si possono vincere 5 derby su 6 con gli odiati storici rivali dei Rangers e si può chiudere la stagione senza neanche una sconfitta nei confini nazionali.

Per vivere la stagione perfetta al Celtic di Brendan Rodgers mancano solo due obiettivi: chiudere il campionato da imbattuti e conquistare l’ultima coppa nella finale con l’Aberdeen sempre sconfitto quest’anno. Solo due, perchè un altro obiettivo è stato raggiunto con la nettissima vittoria per 5-1 sui Rangers nel sesto Old Firm della stagione. Una partita che a Glasgow aspettavano, come sempre, con grande eccitazione. I cugini sognavano di rovinare la festa ai biancoverdi, che però hanno dimostrato di essere troppo forti anche solo per rischiare di essere fermati.

Solito grande spettacolo sugli spalti dell’Ibrox Stadium prima del fischio d’inizio, ma poi in campo a fare spettacolo è solo la capolista: al settimo minuto Celtic già in vantaggio grazie al rigore di Sinclair, prima del ventesimo partita già chiusa dal potente sinistro di Griffiths che fa 2-0. I Rangers provano ad alzare il livello agonistico della gara, gli interventi duri si sprecano e in campo si accende qualche accenno di rissa, ma il Celtic è bravo a non farsi innervosire troppo e in apertura di ripresa il sinistro all’angolino di McGregor spegne anche la foga agonistica dei padroni di casa.

Il 3-0 sta addirittura stretto ai biancoverdi, che non abbassano il ritmo e continuano a macinare gioco fino al poker da Boyata al 66′. A questo punto il Celtic arretra un po’ il baricentro e gestisce, ma nel finale subisce lo “sgarbo” di Miller, che mette in rete dopo una bella serie di triangolazioni, e allora torna ad offendere e trova anche il gol della manita di Lustig, che salta due difensori e batte il portiere con un destro chirurgico.

Al triplice fischio è apoteosi Celtic, ancora quattro gare di campionato e la finale di coppa con l’Aberdeen e poi sarà la stagione perfetta.

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...