Semifinale Scottish Cup, l’Old Firm va al Celtic: tra un mese Rodgers può entrare nella storia

CELTIC 2-0 RANGERS

1′ McGregor, 51′ Sinclair (rig)

Ad Hampden Park è il Celtic ad aggiudicarsi il quinto Old Firm della stagione (bilancio di quattro vittorie e un pareggio): 2-0 nel derby di Glasgow coi Rangers in semifinale di Scottish Cup, risultato che lancia gli uomini di Rodgers verso la finalissima del 27 maggio contro l’Aberdeen, ieri vincitore nella sfida contro l’Hibernian. Il successo è il 42esimo risultato utile consecutivo contro un avversario scozzese, dovesse arrivare la vittoria in Coppa l’ex tecnico del Liverpool diventerebbe il terzo manager nella storia degli “hoops” a portare a casa il “treble” (campionato e Coppa di Lega già archiviati in bacheca) dopo Jock Stein e Martin O’Neill (quest’ultimo riuscì nell’impresa 16 anni fa).

Pedro Caixinha, arrivato ai “Gers” ormai da più di un mese, ha davanti un gran lavoro per rifondare una squadra che ha deluso, e non poco, le aspettative in questa stagione (terzo posto provvisorio a -9 dall’Aberdeen): il portoghese ha recuperato Wes Foderingham tra i pali, Rodgers ha rilanciato nell’undici titolare sia Boyata che Lustig. Ed è proprio da un lancio dello svedese che nasce all’11’ il vantaggio, meritato, biancoverde: Dembele mette giù alla grande, sponda per Callum McGregor che la piazza con un preciso rasoterra dal limite. Dembele sfiora poco dopo il 2-0 di testa, ma la sfortuna si abbatte sul 20enne francese alla mezz’ora: infortunio al ginocchio (sembra serio), Leigh Griffiths prende il suo posto dopo cinque minuti di inferiorità numerica della quale non approfittano, però, i Rangers.

Kenny Miller, al 41′, mette a referto il primo tiro degli uomini di Caixinha che nell’intervallo sceglie un doppio cambio: McKay e Dodoo per Garner e Halliday. Nemmeno il tempo di riorganizzare le idee e arriva il 2-0 Celtic: Roberts lancia Griffiths, Tavernier è protagonista di una folle entrata in tackle sul neo-entrato, rigore netto. Sinclair realizza col brivido, Foderingham la devia sul palo ma non riesce a impedire il raddoppio. Il numero uno ex Swindon Town evita più volte il tris degli hoops, Waghorn è protagonista mancato di un paio di buone occasioni per i Rangers, Rogic nel finale colpisce il palo e non infierisce sui rivali. Finisce così 2-0, l’appuntamento con la storia è ora fissato tra poco più di un mese.

 

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...