Dembelé: l’uomo delle triplette. Due di fila e 6 gol in 88 minuti

js99185958

Il 20enne francese ha contribuito con 3 reti a stendere l’Inverness in Coppa di Scozia. La settimana scorsa, in appena 24′, aveva raddrizzato la gara col St. Johnstone con un hat-trick

E’ un nome inciso nella storia (almeno recente) del Celtic. Un cognome, per essere precisi, che in dote porta gol (tanti) e record. Questa volta il protagonista è Moussa Dembelé (in squadra c’è anche il giovanissimo tredicenne Karamoko, da molti ritenuto un predestinato), 21 anni da compiere a luglio e un vizio: segnare. Lo sa bene l’Inverness, che ha pagato la consuetudine del francese sulla propria pelle. Tre gol in 15 minuti (dal 45′ al 59′) e la furia biancoverde che travolge la squadra di Richie Foran con uno straripante 6-0. Così il Celtic approda ai quarti di finale della Scottish Fa Cup. Tutto secondo copione, se non fosse che Dembelé non è nuovo a imprese di questo genere. La scorsa settimana, con la squadra sotto 2-1, l’attaccante è stato chiamato in causa a partita in corso: il risultato, già scritto, è un’altra tripletta (questa volta in 24 minuti) e St Johnstone liquidato in mezz’ora.

6 gol in 88 minuti — I numeri dell’attaccante cresciuto nel vivaio del Psg non lasciano spazio all’immaginazione: 26 reti in stagione e, da domenica scorsa, 6 gol in 88 minuti. Questo il tempo di gioco intercorso dal primo gol contro il St Johnstone al minuto 61 al suo ultimo nel 6-0 sull’Inverness in coppa di Scozia. I maligni potrebbero però far notare quanto poco sia competitivo il campionato scozzese (il Celtic, con 70 punti, conduce a +27 sull’Aberdeen secondo), ma anche questa volta Moussa può rispondere. La scorsa stagione in Championship, nonostante un Fulham in estrema difficoltà, ha realizzato 15 gol, mentre in quella in corso oltre a una tripletta (l’ennesima) realizzata nell’Old Firm contro i Rangers, vanta anche una doppietta contro il City di Guardiola costretto al pari in Champions League. Proprio le sirene della Premier bussano in continuazione; che l’esperienza al Celtic rischi di giungere al capolinea a fine stagione? Brendan Rodgers al momento non ci pensa e si coccola la sua stellina.

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...