ESCLUSIVA: Intervista al 3° portiere dei Bhoys Leonardo Fasan

Celtic F.C.Ciao Leo, qui sotto troverai alcune domande che abbiamo confezionato per te. Ce ne sono di ovvie e scontate, ma tieni presenti che per molti di noi c’è la massima curiosità di poter parlare direttamente ad un calciatore della nostra squadra del cuore. Grazie fin d’ora per la tua disponibilità.

Ciao Alessandro, scusami tanto per il ritardo..per me è un onore sapere che ci sono persone che mi seguono e che mi conoscono nonostante io non abbia avuto ancora la possibilità di farmi un nome. Vi ringrazio molto per questo.

1.Qual’è stata la tua reazione (e soprattutto quella della tua famiglia) quando è giunta la chiamata del Celtic?

Sono rimasto sorpreso all’inizio però poi ho subito chiesto ai miei genitori quando sarei partito, non vedevo l’ora di fare questa esperienza. I miei genitori erano molto titubanti all’inizio, specialmente mia mamma perché sono figlio unico e sarei andato a vivere in un altro paese, però alla fine hanno capito che questa esperienza mi sarebbe servita non solo per il calcio ma soprattutto sarebbe stata un esperienza di vita.

2.Se ti manca l’Italia, cosa ti manca di più del nostro Paese?

Si mi manca l’Italia però ormai in glasgow ho trovato la mia seconda casa e mi trovo molto bene qua. Però la cosa che mi manca di più dell’Italia è la lasagna della nonna..

3.Quali sono state le difficoltà che hai trovato al momento dell’arrivo a Glasgow, come giovane e soprattutto come italiano?

Sicuramente la lingua. Arrivato a glasgow non parlavo una parola di inglese e penso che questa sia stata l’unica vera difficoltà, perché per il resto la società mi ha sempre aiutato in tutto.

4.Giocare per il Celtic significa anche vivere la grande famiglia del Celtic: quali sono le cose che ti hanno sorpreso del club e, se ti è capitato, della tifoseria? Fra l’altro i tifosi parlano bene di te e delle tue prestazioni.

Giocare per il Celtic per me è un onore, perché conoscendo la storia di questa società non si può non essere onorati di giocare per questo club, i tifosi sono spettacolari sia allo stadio che fuori, hanno proprio la passione per questa società.

5.Grazie al contratto triennale, hai pensato al fatto di entrare a far parte della prima squadra dal prossimo luglio in pianta stabile? O pensi che un portiere giovane abbia la necessità di giocare in un altro club per fare esperienza e quindi di rientrare alla base più pronto?

Sinceramente non so ancora quali saranno le decisioni che prenderanno riguardo a me per il prossimo anno, io continuerò a lavorare sodo e il prossimo anno si vedrà.

6.Pensi che quest’anno il Celtic possa vincere il Treble in Scozia? (ti autorizzo a toccarti….)

La squadra si sta impegnando molto per cercare di ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissati a inizio stagione.

7.Segui qualche altro campionato solitamente e sei magari tifoso e/o simpatizzante di qualche squadra?

Si io sono tifoso juventino però purtroppo non seguo molto la serie A. Seguo di più il campionato inglese.

9. Per quel poco che hai potuto toccare con mano, quanto mancano i nostri rivali cittadini al campionato di serie A scozzese? Si sente giornalmente la rivalità con i nostri storici rivali oppure è un fatto che affiora solo in occasione del derby e di qualche altra ricorrenza extracalcistica?

Diciamo che il derby di glasgow è sempre stato uno dei derby più accesi e sentiti. Penso che la rivalità si senta molto di durante il periodo della partita che nella vita di tutti i giorni.

10. Non si può parlare di Celtic senza tralasciare storia e tradizione: oltre a Boruc e Forster, conosci o ti hanno fatto conoscere qualche eroe del nostro passato?

Per mia fortuna ho conosciuto personalmente, oltre a Fraser e Boruc, anche Packie Bonner, e per il mio primo anno al Celtic Peter Latchford è stato il mio allenatore dei portieri.

11. In tutta franchezza: quanto ti sorprende che degli italiani (consideraci pure dei pazzi….) seguano, e in maniera appassionata, il Celtic?

Sinceramente non sono poi così tanto stupito perché il Celtic ha tifosi in tutto il mondo. Mi è capitato persino di trovare tifosi quando andavo a fare dei tornei all’estero con le giovanili, siete dappertutto grazie veramente di cuore per il vostro supporto.

A presto e
Hail Hail
In bocca al lupo per tutto

No caro Leo, in bocca al lupo soprattutto a te e …… Hail Hail, the Celts are here, too !!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...