SP: Basta una magia di Van Dijk per battere i Saints

ST.JOHNSTONE 0-1 CELTIC

Van Dijk 5′ (C)

 St Johnstone 0-1 Celtic

Vittoria con il minimo sforzo per il Celtic che inizia l’impegnativo ciclo di match delle vacanze natalizie espugnando il campo del St. Johnstone: basta un’azione personale di Van Dijk nei primi minuti di gioco per dare alla squadra di Neil Lennon gli ennesimi tre punti della sua sin qui trionfale stagione in Scottish Premier League.
La prima occasione del match capita sui piedi di Commons che però, dalla distanza, spara alto sopra la traversa. Già al 5’ comunque, si sblocca il risultato: Van Dijk si impossessa del pallone nella sua metà campo, supera la linea centrale, si sbarazza in maniera elegante di almeno quattro avversari e poi, una volta giunto al limite dell’area con un delizioso tocco coglie in contropiede il portiere avversario, mentre quest’ultimo compie due passi in avanti dalla linea di porta, e lo beffa mandando il pallone a infilarsi nell’angolino basso all’altezza del primo palo. Il Celtic comunque non si accontenta e prova subito a chiudere i conti: un tiro di capitan Brown viene deviato da un difensore, con il pallone che termina docilmente tra le braccia di Mannus. Alcuni minuti dopo, invece, è Samaras a provare a imitare Van Dijk, ma una volta entrato in area dopo aver saltato due avversari, l’attaccante greco viene chiuso in maniera provvidenziale da un avversario al momento del tiro.
Ci prova poi Stokes, che scambia il pallone con Commons e poi lo controlla in piena area di rigore: proprio al momento della conclusione l’attaccante irlandese viene sbilanciato da un contrasto portato da Jahic, ma l’arbitro non ravvisa gli estremi del calcio di rigore e lascia proseguire il gioco. Alcuni minuti dopo, invece, lo stesso Stokes manda alto il pallone con un tiro al volo su cross dalla fascia di Izaguirre. E, siccome non c’è due senza tre, alcuni istanti dopo Stokes si vede negare per l’ennesima volta, questa volta in modo clamoroso la gioia del gol: il numero 10 biancoverde, infatti si presenta solo davanti a Mannus e lo supera con un pallonetto. Il pallone, però, viene respinto da un difensore prima che possa infilarsi in rete e, sulla ribattuta, il tentativo di tap-in di Stokes viene sventato da Mackay.
Il monologo del Celtic nel primo tempo viene interrotto solo da un tiro al volo dall’interno dell’area di rigore di Millar che però colpisce Izaguirre ben appostato in area a difesa della propria porta. Allo scoccare del 45’ l’ultima occasione del primo tempo vede protagonisti ancora una volta Stokes e Commons, con l’attaccante irlandese che verticalizza per il numero 15 biancoverde. Mannus, però, è attento e, toccando il pallone con una mano, salva il tentativo di pallonetto dello stesso Commons.
Subito dopo l’intervallo sono ancora gli ospiti a costruire la prima occasione: cross basso di Stokes ed Easton, per anticipare gli avversari ben appostati in area manda il pallone di poco alto sopra la traversa, sfiorando il clamoroso autogol. Con il passare dei minuti, però, la squadra di Perth cresce e inizia a cercare con maggiore insistenza il pareggio: il protagonista principale del tentativo di riscatto dei Saints è Steve May che prima lascia partire un insidioso cross sul quale Van Dijk è costretto a sventare di testa e poi calcia in diagonale da posizione defilata, mandando il pallone di poco a lato della porta difesa da Forster. Van Dijk poi conferma le sue doti difensive intervenendo in maniera provvidenziale su un tentativo di Wotherspoon.
La gara, in questa fase, è molto “aperta” con entrambe le formazioni alla ricerca del gol: da un lato Forrest vede un suo tiro respinto da un difensore, mentre sull’altro fronte serve tutta la bravura di Forster per parare un tiro di Edwards. Anche Mannus non si dimostra da meno alcuni minuti dopo, sventando in maniera miracolosa una conclusione di Commons.
Negli ultimi minuti del match il St. Johnstone si scopre ulteriormente alla ricerca del pareggio e il Celtic può approfittarne in contropiede: Forrest con la sua velocità e fantasia arriva sul fondo e mette al centro un cross per Stokes sventato dalla difesa padrona di casa in calcio d’angolo. Quasi al 90’ è sempre Forrest a servire Ambrose il cui tiro termina alto e così il match si conclude comunque sull’1-0 in favore dei biancoverdi di Glasgow.

ST. JOHNSTONE: Mannus, Mackay, Jahic, Wright, Easton, Millar (Edwards 46’), Davdison, McDonald, Wotherspoon (Croft 75’), May, Hasselbaink (Kane 81’). All. Wright.

CELTIC: Forster, Fisher, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre, Brown, Ledley, Matthews (Forrest 55’), Commons (Balde 87’), Samaras (Biton 70’), Stokes. All. Lennon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...