SP: Bella vittoria a Tynecastle

HEARTS 1-3 CELTIC

Commons 19′ (rig.)(C), Holt 58′ (H), Stokes 65′ (C), Pukki 86′ (C)

HEARTS 1-3 CELTIC

Dopo la sosta per le nazionali la Spl riprende con la trasferta, sempre insidiosa ed affascinante per il Celtic, a Tynecastle contro gli Hearts. La squadra protestante di Edimburgo, alle prese con una pesante penalizzazione che la relega sul fondo della classifica, cerca una salvezza che avrebbe del miracoloso, mentre i biancoverdi di Lennon devono fare i conti con il sorprendente avvio dell’Inverness, ancora imbattuto, che nega loro il primato.
Insomma, gli ingredienti per assistere a una partita piacevole ci sono tutti e la prima emozione, infatti, arriva già al 5’: punizione per gli Hearts e Fraser Forster vola sul palo lontano per deviare la palla calciata da McHattie. Al 12’, su un lancio lungo ancora McHattie prova a trovare il vantaggio, ma nonostante il giocatore padrone di casa riesca a liberarsi di Izaguirre, il pallone è troppo lungo e Forster riesce a raccoglierlo senza troppa apprensione. Alla prima vera occasione è invece il Celtic a sbloccare il risultato: sugli sviluppi di un’azione da palla ferma Stokes colpisce di testa e il pallone va a incocciare il braccio di Hamill che contrasta il numero 10 del Celtic da distanza ravvicinata ma saltando in maniera scomposta. L’arbitro concede il calcio di rigore che Commons trasforma con freddezza spiazzando il portiere rivale.
Pochi minuti dopo il Celtic troverebbe anche il raddoppio: rapida ripartenza degli uomini di Lennon con Commons che prova la conclusione dal vertice destro dell’area di rigore: il numero 15 del Celtic colpisce in maniera sbilenca il pallone, ma così il suo tiro diventa un assist per Stokes che in area di prima intenzione mette la sfera in rete. L’arbitro però annulla per una millimetrica posizione di fuorigioco dell’attaccante del Celtic e così il punteggio rimane di 1-0 in favore degli ospiti.
Poco dopo la mezzora Paterson calcia da buona posizione, ma Van Dijk ben appostato riesce a respingere la conclusione; al 34’ è invece Matthews che prova a centrare il bersaglio dalla distanza, ma MacDonald riesce a deviare la conclusione del terzino biancoverde, ben indirizzata sul secondo palo, e salva così la propria porta. Al 44’ è ancora Matthews a sfiorare il raddoppio con una percussione centrale nell’area avversaria: al momento del tiro, però, Matthews è contrastato da McHattie che salva la propria squadra. Nell’occasione, peraltro, il numero 2 del Celtic si infortuna ed è costretto a lasciare il posto a Samaras.
Nella ripresa il Celtic appare in controllo del gioco e della partita, ma in maniera inaspettata al 57’ arriva il pareggio degli Hearts: Walker serve McHattie la cui conclusione viene deviata da un difensore con il pallone che arriva sui piedi di Holt. Quest’ultimo calcia prontamente verso la porta avversaria e riesce a battere Forster non perfetto nel suo intervento. Non passa neanche un minuto che il Celtic va vicino a riportarsi in vantaggio: bella percussione sulla fascia sinistra e cross per Samaras che da neanche un metro, a porta spalancata, manda clamorosamente il pallone alto sopra la traversa. Il 2-1 in favore degli ospiti arriva comunque al 64’: lancio lungo, sponda di testa di Commons e Stokes controlla in area con freddezza e batte MacDonald con un tocco vellutato facendo impazzire di gioia la tifoseria ospite posizionata dietro la porta difesa dall’estremo difensore degli Hearts. Di nuovo in vantaggio la squadra di Lennon torna nuovamente in controllo della partita: Samaras calcia verso la porta avversaria, ma la sua conclusione si perde sul fondo all’altezza del secondo palo; Van Dijk, invece, su corner di Stokes non riesce a centrare la porta con il suo colpo di testa.
La rete della sicurezza arriva comunque all’86’ e a firmarla è Pukki, entrato da poco più di dieci minuti e alla prima segnatura in Spl. Il merito è però tutto di Stokes che va via sul lato sinistro dell’area di rigore, mantiene caparbiamente il pallone con un contrasto con un avversario sulla linea di fondo e poi “scucchiaia” sulle teste di MacDonald e dei difensori degli Hearts per l’accorrente Pukki che di testa a porta vuota manda il pallone in rete per il 3-1 definitivo.

HEARTS: MacDonald, McGowan, McKay, Wilson, McHattie, Robinson, King (Smith 66’), Holt (Carrick 74’), Hamill, Walker, Paterson.

CELTIC: Forster, Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre, Matthews (Samaras 44’), Brown, Ledley (Mulgrew 65’), Boerrigter, Commons (Pukki 73’), Stokes. All. Lennon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...