SP: Una magia di Stokes da 3 punti ai Bhoys

DUNDEE UTD 0-1 CELTIC

Stokes 87′

DUNDEE UTD 0-1 CELTIC

Il Celtic espugna il campo del Dundee United e si mantiene al second posto in classifica e in scia all’Inverness che, proprio come i biancoverdi è imbattuto in campionato. Gli uomini di Lennon, reduci dalla qualificazione ai gironi di Champions League ottenuta tre giorni prima, partono forte e costruiscono la prima occasione già al 2’: Lustig taglia all’interno dell’area di rigore e lascia partire una forte conclusione che però viene ribattuta da Dillon. Pochi minuti dopo è l’olandese Van Dijk a impossessarsi del pallone sulla linea di centrocampo e a partire con una rapida azione personale che coglie di sorpresa gli avversari. Van Dijk procede palla al piede fino all’interno dell’area di rigore del Dundee United, ma poi calcia malamente il pallone alto sopra la traversa.

Attorno al 10’, è la volta di un terzo difensore di rendersi pericoloso: Izaguirre si fa vedere sulla fascia e lascia partire un insidioso cross verso l’interno dell’area di rigore con il pallone che viene respinto di pugno da Cierzniak. Al 17’ è il turno di Stokes, la cui girata si perde di poco a lato del palo sinistro della porta dei padroni di casa. Al 18’ ci prova ancora Van Dijk che conclude dai 20 metri mandando il pallone a sibilare a lato del palo destro della porta di Cierzniak.

Il gol del Celtic sembra nell’aria, ma Brown e compagni in realtà nella seconda parte del primo tempo si spengono e il Dundee United inizia a costruire alcune azioni insidiose: Robertson, poco dopo la mezzora calcia alto sopra la traversa da posizione favorevole, mentre pochi istanti dopo serve tutta la bravura di Forster per parare il colpo di testa di Goodwillie ben imbeccato da un cross di Paton. L’occasione più grossa per gli arancioni del Dundee United arriva però per merito di un calcio di punizione di Cliftci la cui traiettoria supera la barriera del Celtic, ma trova pronto Forster a respingere il pallone proteso in tuffo sulla sua destra.

Nella ripresa è ancora il Celtic a partire meglio: Commons impegna Cierzniak con una conclusione rasoterra e qualche minuto dopo impensierisce di nuovo la difesa padrona di casa, ma la sua verticalizzazione non trova nessun compagno pronto a mettere in rete. Nel secondo tempo, però, la partita è più spezzettata rispetto alla prima frazione e lo spettacolo latita: le punizioni di Stokes e di Gauld vengono respinte dalle rispettive barriere avversarie, mentre un cross di Robertson coglie di sorpresa Forster che non riesce ad arrivare sul pallone, ma nessun giocatore del Dundee Utd riesce ad approfittare della favorevole occasione.

La gara sembra così destinata a concludersi sullo 0-0 per la prima volta negli ultimi 19 anni, ma ci pensa Stokes con un’autentica magia a rompere l’equilibrio: l’irlandese calcia una punizione dal limite e manda il pallone a battere sulla faccia interna del palo destro della porta difesa da Cierzniak e poi in rete per il gol che dà al Celtic i tre punti.

DUNDEE UTD: Cierzniak, Watson, Dillon, Gunning, Robertson, Paton, Rankin, Armstrong, Mackay-Steven, Cliftci, Goodwillie (Gauld 71’). All. McNamara.

CELTIC: Forster, Lustig (Balde 57’), Ambrose, Van Dijk, Izaguirre, Matthews, Brown, Ledley, Boerrigter (Rogic 82’), Commons, Stokes. All. Lennon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...