Un Aberdeen in 10 uomini spiana la strada della vittoria ai Bhoys

ABERDEEN 0-2 CELTIC

Commons 45′(rig) Forrest 87′

ABERDEEN 0-2 CELTIC
Il Celtic continua bene la partenza in Premiership scozzese con una dominante vittoria per 2-0 contro un Aberdeen in 10 uomini a Pittodrie. Neil Lennon, nonostante la vicinanza del cruciale preliminare di UEFA Champions League in Kazakistan, decide comunque di schierare la miglior formazione disponibile. E’ però l’Aberdeen a rendersi pericoloso per primo, con una punizione dell’ex McGinn dopo un fallo di Samaras su Hayes che fortunatamente manca lo specchio della porta. Il Celtic ha poi stabilito un lungo dominio in termini di possesso palla, senza però riuscire mai a rendersi concretamente pericoloso contro gli avversari ben posizionati e compatti in campo. Al 20° ci prova Matthews dopo una bella incursione in area, ma il suo tiro viene respinto. Commons si è poi reso pericoloso andando vicino a ribadire in porta un bel lancio di Kayal, prima che Ledley mandasse a lato una bella conclusione dopo un taglio in area. Faticando a trovare spazio nelle vie centrali del campo, il Celtic inizia a sfruttare gli esterni, con Matthews e Izaguirre che si rendono protagonisti di diversi cross. E proprio da un cross dell’honduregno nasce una bella occasione per Commons che, calciando al volo, non riesce però a portare in vantaggio la squadra. Ma è proprio dalle trafficatissime vie centrali che nasce l’episodio che cambierà la partita: Ledley lancia Samaras che si invola con la sua solita corsa da gazzella, bruciando il suo marcatore Anderson. L’attaccante greco ha tentato di dribblare il portiere Jamie Langfield che lo atterra. L’arbitro Calum Murray non ha dubbi, concedendo il calcio di rigore e sventolando il cartellino rosso in faccia all’estremo difensore dell’Aberdeen. Esce quindi un attaccante, Zola, per far posto al portiere di riserva Nicky Weaver che, a freddo, nulla può contro il rigore non irresistibile di Commons. Hoops in vantaggio e in superiorità numerica pochi secondi prima dello scadere della prima frazione di gioco.

Nella ripresa Samaras va subito vicino al raddoppio, quando da un corner di Commons nasce un mischia in area di rigore. Ma con il bomber McGinn ancora in campo niente è scontato, e i Dons si rendono pericolosi quando il nordirlandese raccoglie un lancio di Reynolds. Fortunatamente Fraser Forster è ben piazzato e spegne sul nascere le speranze di pareggio dei padroni di casa. Altra occasione per il Celtic con il capitano Scott Brown che manda a lato dopo una sponda di Samaras su un lancio del solito Commons. Successivamente Weaver ha poi negato a Ledley la gioia del gol, prima che Brown arrivasse a pochi centimetri da deviare in rete un cross di Izaguirre. A 13 minuti dalla fine, Virgil Van Dijk è entrato nella mischia dalla panchina per fare il suo esordio col Celtic. L’olandese va subito vicino alla gloria personale, ma la sua deviazione sulla punizione di Mulgrew viene salvata dall’ottimo portiere di riserva dei Dons. E mentre il fischio finale si avvicinava, al 77° James Forrest ha finalmente messo al sicuro il risultato. Scatto fulmineo su un lancio lungo e pallonetto dalla traiettoria velenosissima che passa sopra la testa di Weaver. Minuti finali di pura amministrazione per un Celtic che da lì a poche ore prenderà il suo volo per Astana per quella che sarà la trasferta europea più lunga di sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...