FA CUP: In finale di coppa con il brivido

DUNDEE UTD 3-4 CELTIC (dts)

Commons 2′ (C), Mackay-Steven 24′ (D), Daly 30′ (D), Wanyama 31′ (C), Commons 60′ (C) Daly 71′ (D), Stokes 104′ (C)

DUNDEE UTD 3-4 CELTIC
Altalena di emozioni ad Hampden dove Celtic e Dundee United si sono affrontate nella seconda semifinale di Fa Cup: al termine di 120 minuti davvero combattuti, l’undici di Lennon ha la meglio sui rivali con il risultato di 4-3 conquistando così l’accesso alla finalissima in programma il prossimo 26 maggio sempre ad Hampden.
L’avvio dei biancoverdi di Glasgow è davvero positivo: Commons si impossessa del pallone sulla tre quarti avversaria, elude il contrasto di Millar e, anche se in precario equilibrio, lascia partire una conclusione a mezza altezza che si infila all’angolino. Sono passati solamente novanta secondi dal fischio d’avvio della gara e il Celtic è già in vantaggio per 1-0. All’8’ minuto il Dundee United reagisce: Forster raccoglie con le mani un tentativo sbilenco di rinvio di Lustig che l’arbitro interpreta però come un passaggio indietro volontario. La squadra di McNamara usufruisce così di un calcio di punizione a due in area, ma Ambrose si oppone con coraggio alla conclusione di Millar, prima che Forster sventi il successivo tentativo di Willo Flood. I ritmi sono vertiginosi e sull’altro fronte un calcio di punizione di Mulgrew dal vertice dell’area termina di poco alto sopra la traversa. Al 17’ è invece Forrest, al rientro da titolare dopo l’infortunio, a sfiorare il raddoppio con un tiro che si perde di poco a lato dopo che il numero 49 biancoverde aveva saltato il suo marcatore. Al 20’ Lustig interviene di testa sul cross di Izaguirre, ma il pallone viene respinto dal palo. Gli uomini di Lennon pagano tutte queste occasioni sciupate al 24’: Ledley perde palla su un contrasto al limite dell’area avversaria e il Dundee United parte in una rapida azione di contropiede. Daly supera Wilson all’altezza della linea di centrocampo e serve Mackay-Steven che scambia il pallone con Gauld prima di battere Forster. Al 30’ addirittura il Dundee United ribalta il risultato e si porta sul 2-1 in proprio favore: Douglas batte un calcio di punizione sul lato destro dell’attacco e Daly sceglie il tempo dell’intervento meglio dei difensori del Celtic e di testa batte Forster.
Anche il Celtic, però, come accaduto in avvio di gara ai Terrors, non si dà per vinto e ristabilisce la parità nel giro di un minuto: al 31’ infatti Commons premia il movimento sulla fascia di Izaguirre e lo serve in profondità sulla fascia sinistra. L’honduregno arriva sul fondo e lascia partire un cross che trova Wanyama pronto a centro area a mettere il pallone in rete con un perentorio colpo di testa. Prima dell’intervallo l’ultima occasione è per il Dundee United, ma Wilson è provvidenziale a respingere il tiro di Rankin ben indirizzato verso la porta di Forster.
Nella ripresa, ancora una volta, è il Celtic a partire meglio: Ledley manda alto il pallone di testa su cross di Forrest, mentre alcuni minuti dopo Mulgrew scambia il pallone con Hooper e impegna severamente Cierzniak con una conclusione dal limite dell’area. Al 60’ la pressione del Celtic viene premiata dal nuovo vantaggio degli uomini di Lennon: Wanyama serve in profondità Izaguirre che lascia partire l’ennesimo invitante cross della sua partita. Hooper manca l’appuntamento con il pallone, ma la sfera va a incocciare il petto di Commons che, praticamente in maniera involontaria, realizza il 3-2 nonostante il disperato tentativo in tuffo di Cierzniak. Al 70’ lo stesso Commons va vicino alla tripletta personale deviando verso la porta un cross di Hooper. L’estremo difensore del Dundee United però si salva mettendo il pallone in corner. Così, scampato il pericolo, l’undici di McNamara riesce a trovare il nuovo pareggio soltanto un minuto dopo: Mackay-Steven riesce a crossare dalla fascia sinistra e trova Daly, il cui preciso colpo di testa manda il pallone a incocciare prima il palo lontano e poi in rete.
Nell’ultimo quarto d’ora il Celtic si ributta in avanti cercando di siglare il gol vittoria e di evitare i supplementari, ma lo United riesce a salvarsi sui tentativi di Forrest, Mulgrew (bella parata di Ciezniak) e ancora di Forrest che vede il pallone respinto con il corpo da Dillon.
Si va così ai supplementari ed è il Dundee United che prova subito a sorprendere gli avversari: Forster si salva sulla conclusione bassa di Gardyne, ma ha poi bisogno dell’aiuto del palo sul colpo di testa di Daly sugli sviluppi di un corner. Sull’altro fronte Cierzniak si salva di piede sulla conclusione di Forrest, ma all’ultimo minuto del primo tempo supplementare l’equilibrio si spezza in maniera definitiva: al 104’ infatti ancora Forrest fugge via sulla fascia e lascia partire un cross che trova pronto all’appuntamento Stokes. Il colpo di testa dell’attaccante irlandese si infila in rete e il Celtic così si qualifica alla finalissima della Scottish Fa Cup grazie al 4-3 finale.
Gli avversari dei Bhoys ad Hampden saranno i biancoverdi dell’Hibernian che, recuperando dallo 0-3 hanno superato per 4-3 sempre ai supplementari, il Falkirk.

DUNDEE UNITED: Cierzniak, Watson, Souttar, Dillon, Douglas, Mackey-Steven, Flood, Millar (Armstrong 63’), Rankin (Boulding 107’), Gauld (Gardyne 84’), Daly. All McNamara.
CELTIC: Forster, Lustig (Stokes 77’), Ambrose, Wilson, Izaguirre, Wanyama (Kayal 77’), Ledley, Mulgrew, Forrest, Hooper, Commons (Samaras 103’). All. Lennon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...