CL: L’avventura in Champions finisce a Torino

JUVENTUS 2-0 CELTIC

Matri 24′ Quagliarella 65′ (J)

JUVENTUS 2-0 CELTIC

Dopo lo 0-3 subito nella gara d’andata, il Celtic si presenta allo Juventus Stadium di Torino con poche speranze di qualificazione, ma sospinto dall’entusiasmo di 7000 tifosi che come sempre non fanno mancare il loro sostegno, colorato e rumorosissimo, agli Hoops. E, nonostante la Juventus si imponga per 2-0 anche nel match di ritorno degli ottavi della competizione, il Celtic può uscire a testa alta dalla massima competizione europea non soltanto per lo splendido spettacolo di tifo e correttezza offerto dai suoi tifosi sugli spalti, ma anche per la prestazione comunque più che dignitosa dell’undici di mister Neil Lennon sul terreno di gioco. Il Celtic prova a fare la partita in avvio e la Juventus accetta questo “canovaccio” e si dispone attenta in difesa forte del grande vantaggio maturato nel match d’andata: la prima potenziale occasione per gli ospiti arriva quando Ledley trova Commons ben appostato al vertice dell’area di rigore. Il numero 15 prova a entrare in area, ma viene fermato dalla difesa juventina al momento della conclusione. Al 22’, invece, è lo stesso Ledley a incaricarsi personalmente del tiro, ma il pallone, scagliato verso la porta di Buffon dal gallese, termina poco distante dall’incrocio dei pali e si perde sul fondo. Alla prima vera occasione è così la Juventus a sbloccare il risultato: Hooper si fa togliere il pallone all’altezza della linea centrale del campo e i campioni d’Italia danno vita a una veloce ripartenza. Quagliarella ruba il tempo a Wilson e calcia verso la porta, Forster respinge, ma sul pallone si avventa Matri che deposita in rete per l’1-0 in favore dei bianconeri. In svantaggio anche a Torino il Celtic potrebbe mollare e invece gli uomini di Neil Lennon non si danno per vinti: i biancoverdi vanno infatti vicini all’immediato pareggio con una conclusione rasoterra di Commons deviata appena dentro l’area di rigore da Hooper. Nonostante il tocco del numero 88 lo metta fuori tempo, Buffon riesce a intervenire sul pallone e a mandarlo con una sola mano sopra la traversa salvando così la propria porta e il vantaggio della Juventus. Al 35’ Celtic nuovamente vicino al pareggio: Samaras va via sulla sinistra, arriva sul fondo e mette al centro un pallone rasoterra sul quale Hooper arriva con un attimo di ritardo senza perciò riuscire a spingerlo in rete. Al 42’, infine, Kayal colpisce di testa un cross di Izaguirre, ma il pallone viene raccolto con facilità da Buffon. Nella ripresa torna a farsi pericolosa la Juventus con una conclusione dai 20 metri di Quagliarella che Forster mette in corner. E’ un buon momento per la Juventus e ci vuole tutta la bravura di Kevin Wilson per anticipare Matri in piena area di rigore e intervenire poi di testa alcuni istanti dopo su un insidioso cross di Pirlo. La difesa biancoverde però non può nulla al 67’ su un’altra geniale giocata di Pirlo: il numero 21 bianconero verticalizza con un delizioso pallonetto premiando il taglio di Vidal. Il cileno appoggia la palla a Quagliarella che a porta ormai sguarnita non ha alcuna difficoltà a spingere il pallone in rete. Ormai il discorso qualificazione è nettamente a favore della Juventus, ma il Celtic ci prova con orgoglio fino alla fine: all’83’ Ledley serve Samaras, ma la conclusione del greco si perde alta sopra la traversa, mentre in pieno recupero Kayal costringe Buffon alla parata a terra con il suo insidioso tiro rasoterra. La gara di Torino si chiude così 2-0 e nel complesso la Juventus si aggiudica il turno con il punteggio di 5-0: al Celtic rimane comunque l’orgoglio di aver giocato le due partite al massimo delle proprie possibilità e di aver raggiunto gli ottavi di Champions League, obiettivo difficilmente preventivabile in avvio di stagione.

JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Marrone, Bonucci, Padoin, Vidal (Isla 67’), Pirlo (Giaccherini 69’), Pogba, Peluso (Asamoah 58’), Matri, Qaagliarella. All. Conte.

CELTIC: Forster, Matthews (Forrest 52’), Wilson, Wanyama (Ambrose 46’), Izaguirre, Samaras, Kayal, Ledley, Mulgrew, Commons (Lassad 72’), Hooper. All. Lennon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...