SPL: Il Celtic rifila una cinquina al Dundee

CELTIC 5-0 DUNDEE

Ledley 13′, 73′ Forrest 50′ (pen) McGeouch 57′ Hooper 83′ (C)

CELTIC 5-0 DUNDEE
Dopo un primo tempo sotto tono, il Celtic nella ripresa dilaga contro il fanalino di coda Dundee, si impone per 5-0 e fa un ulteriore passo avanti verso la conferma del titolo di campione di Scozia visto che il suo vantaggio sull’Inverness sale a 21 punti.
In avvio il Dundee prova a sorprendere gli uomini di Lennon e al 6’ riesce addirittura ad andare in rete: Harkins batte una punizione dal lato sinistro dell’attacco ospite e il pallone, calciato in diagonale si infila alle spalle di Forster vanamente proteso in tuffo all’altezza del primo palo dopo aver attraversato uno spicchio dell’area di rigore dei padroni di casa. L’arbitro dell’incontro, però, annulla il gol per una presunta posizione di fuorigioco di un compagno di Harkins che ostruisce la visuale del portiere del Celtic. Il punteggio rimane così ancorato sullo 0-0.
Al 12’, invece, è tutto regolare sull’altro fronte e il Celtic si porta in vantaggio: Izaguirre lascia partire un cross dalla sinistra con il pallone che arriva a centro area. L’ex Celtic Douglas, in uscita bassa riesce solo a respingere di pugno e Ledley è il più lesto ad avventarsi sulla ribattuta e a siglare l’1-0 a porta vuota.
Il vantaggio potrebbe mettere sin da subito la gara in discesa per il Celtic, ma i padroni di casa continuano a sonnecchiare, mentre il Dundee, ormai condannato alla retrocessione, lotta con caparbietà deciso a fare una bella figura al Paradise. La squadra del neo-tecnico Brown, che in settimana ha preso il posto di Barry Smith, va con decisione a caccia del pari: Baird calcia dalla distanza, ma non trova il bersaglio e neanche Gallagher, di testa su corner di McAllister, riesce a centrare la porta. Il Celtic torna a rendersi pericoloso con un tiro di Kayal dai 25 metri che termina di poco a lato e poi con Hooper che in un’occasione non riesce a sfruttare al meglio un assist di Stokes e che, qualche istante più tardi, impegna Douglas alla respinta in tuffo con una conclusione da fuori. Ancora Hooper, alla disperata ricerca del gol che manca all’attaccante inglese da cinque partite, conclude a lato prima che Izaguirre impegni ancora Douglas alla parata a terra.
Prima dell’intervallo, infine, è ancora il Dundee a sfiorare il pareggio con due occasioni ghiotte nello spazio di un minuto: prima il tiro di Harkins, deviato da un difensore del Celtic, costringe Forster alla strepitosa deviazione in corner. Poi, proprio sul risultante calcio d’angolo, lo stesso Harkins svetta di testa e manda il pallone a colpire la traversa. Si va comunque al riposo sul punteggio di 1-0 in favore del Celtic.
Nella ripresa il copione del match cambia completamente e i padroni di casa hanno vita molto più facile: già al 49’, infatti, Forrest crossa dal lato sinistro dell’area e sul “taglio” basso dell’ala biancoverde prova ad avventarsi Hooper che, a due passi dalla linea di porta viene trattenuto da Lockwood, appena entrato in campo. L’arbitro assegna il calcio di rigore ed espelle il giocatore del Dundee. Sul dischetto si presenta Forrest che con freddezza spiazza Douglas e realizza il 2-0.
Al 57’ il Celtic cala il tris: Stokes lavora un bel pallone sul lato sinistro dell’attacco dei padroni di casa e lascia poi partire un cross che trova McGeouch all’interno dell’area di rigore. Il giovane giocatore biancoverde sceglie molto bene il tempo dello stacco, sovrasta il suo diretto marcatore e manda il pallone in rete di testa all’altezza del secondo palo. La gara, ormai, visto l’ampio vantaggio del Celtic e l’uomo in più per la squadra di Lennon non ha più storia: Stokes sfiora la marcatura personale impegnando Douglas con un tiro da posizione quasi impossibile e poi il portiere del Dundee si ripete anche su Hooper. Nulla però, può Douglas al 73’ quando Ledley trova la sua doppietta personale: Stokes si trasforma ancora una volta in uomo assist servendo il gallese al centro dell’area di rigore. Il numero 16 del Celtic con freddezza manda il pallone appena sotto la traversa e firma così il 4-0.
Infine, all’83’ dopo un lungo digiuno, Hooper torna al gol, realizzando la rete numero 75 in 124 partite in maglia Hoops: Ledley lancia il numero 88 che, in piena area controlla di petto e poi di prima intenzione lascia partire una precisa e potente conclusione in diagonale che si va a infilare all’angolino basso. La gara finisce così 5-0 e per il Celtic è un’altra grande domenica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...