CL: Punizione troppo severa in Champions League

CELTIC 0-3 JUVENTUS

Matri 3′ (J), Marchisio 77′ (J), Vucinic 83′ (J)

CELTIC 0-3 JUVENTUS
Il Celtic si rende protagonista di una discreta prestazione, ma complici errori grossolani in fase difensiva, cede per 3-0 in casa alla Juventus nell’andata degli ottavi di Champions League e dunque a meno di un miracolo nella gara di ritorno del 6 marzo in Italia dovrà dire addio per questa stagione alla massima competizione europea per club.
Di fronte a un Paradise gremito in ogni ordine di posto il Celtic parte forte e già al 1’ Wanyama costringe Buffon alla parata in angolo su una sua conclusione da fuori. Al 2’ è Ambrose a mancare il bersaglio con un altro tiro dalla distanza, ma al 3’ la gara ha la sua prima svolta negativa per gli Hoops: lo stesso Ambrose valuta male la traiettoria di un lancio dalle retrovie e si fa sorprendere da Matri che supera Forster in uscita. Il pallone rotola lentamente verso la rete e nonostante un generoso tentativo Wilson non riesce a respingerlo se non dopo che questo ha interamente varcato la linea bianca e così la Juventus è in vantaggio.
Il gol subito non scoraggia però i giocatori di Lennon né il pubblico del Paradise che continua a sospingere i giocatori in campo con i suoi “ruggiti”: è ancora Wanyama il primo a provarci, ma il suo tiro viene parato da Buffon. E’ poi Commons il più rapido ad avventarsi su una corta respinta della difesa bianconera, ma il numero 15 biancoverde non riesce a dare la giusta potenza al pallone che termina così docile tra le braccia del portiere della nazionale italiana. La Juventus prova a spezzare la pressione con un tiro di Marchisio su cross di Peluso, ma il pallone termina alto. Il Celtic così riprende ad attaccare, ma la conclusione di Mulgrew non centra i pali della porta difesa da Buffon e lo stesso accade con il colpo di testa di Forrest alcuni minuti dopo. Lo stesso Commons conclude attorno al 20’ ancora una volta tra le braccia di Buffon, prima che la Juventus con un altro dei suoi break metta Vucinic nelle condizioni di saltare Forster in uscita. Il montenegrino, però, si allarga troppo, non riesce a concludere verso la porta e poi il suo cross è recuperato dalla difesa del Celtic.
Al 27’ i padroni di casa vanno a pochi centimetri dal pareggio: su un cross di Lustig dalla destra Commons si inventa una spettacolare rovesciata che manda il pallone a sfiorare il palo della porta di Buffon con il portiere della Juve, immobile, che tira un sospiro di sollievo quando il pallone si perde sul fondo. Sul finale di tempo il Celtic guadagna una serie di corner e sugli sviluppi di uno di questi calci d’angolo Wilson di testa manda il pallone sopra la traversa, prima che Commons impegni ancora una volta Buffon e, infine, il tiro-cross di Forrest venga allontanato con un po’ d’apprensione dalla difesa della formazione italiana. Si va comunque al riposo sullo 0-1.
Nella ripresa, complice anche un po’ di fatica il Celtic abbassa un po’ i ritmi e impensierisce di meno la retroguardia bianconera. Gli uomini di Lennon comunque non rischiano nulla e anzi attorno all’ora di gioco costruiscono la loro migliore occasione per l’1-1: Mulgrew con un preciso cross trova completamente solo in area Ambrose che stacca di testa indisturbato, ma manda il pallone proprio tra le braccia di Buffon che non deve neanche muoversi per effettuare la parata.
E’ il colpo di grazia alle speranze del Celtic che nel finale vede aumentare il passivo a proprio sfavore: dopo una respinta di Wilson su tiro a botta sicura di Matri, la Juventus, infatti, nei minuti finali trova due gol che chiudono in pratica il discorso qualificazione: al 77’ Matri serve in profondità Marchisio e il centrocampista della Juve prima supera il suo diretto marcatore con un dribbling a rientrare e poi manda il pallone alle spalle di Forster per lo 0-2. All’83’ Ambrose si fa sottrarre banalmente un pallone davanti alla propria area di rigore, Marchisio serve Vucinic e il montenegrino si presenta a tu per tu con Forster battendolo per la terza volta e regalando così alla Juventus il gol del definitivo 0-3.
Il Celtic esce sconfitto al di là dei suoi reali demeriti e si prepara ora alla gara di ritorno del 6 marzo allo Juventus Stadium.

CELTIC: Forster, Lustig (Matthews 57’), Wilson, Ambrose, Izaguirre, Brown (Kayal 80’), Wanyama, Mulgrew, Commons (Watt 73’), Forrest, Hooper. All. Lennon.
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso (Padoin 68’), Matri (Pogba 80’), Vucinic (Anelka 87’). All. Conte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...