SPL: Seconda sconfitta interna in campionato

CELTIC 0-1 INVERNESS CT

McKay 64′ (I)

Dopo la sconfitta di Lisbona in Champions League, il Celtic cade anche in campionato e si fa battere per 1-0 in casa dall’Inverness. Complice, però, il ko interno dell’Hibernian, la squadra di Neil Lennon rimane sola in testa alla classifica della Scottish Premier League.
Gli Hoops provano a partire forte e al 2’ un tiro di Commons viene respinto dalla difesa ospite: lo stesso Commons serve poi Watt che però si trova in posizione di fuorigioco e l’azione sfuma. Anche l’Inverness prova a farsi vedere, ma almeno nelle fasi iniziali, Ambrose comanda al meglio la difesa biancoverde e Forster non corre veri pericoli. Al 17’, anzi, è ancora il Celtic a sfiorare il vantaggio: Kayal imbecca Lustig, ma il terzino svedese al posto di concludere verso la porta in piena area di rigore, prova a servire un compagno e così la difesa della formazione delle Highlands sventa la minaccia. I padroni di casa continuano a spingere alla ricerca del vantaggio, ma non riescono a sbloccare il risultato: Reguero intercetta una conclusione di Wanyama, poi la palla buona capita a Kayal: il giocatore israeliano viene servito da un colpo di testa di Hooper, a sua volta imbeccato da Mulgrew, ma il suo tiro dal vertice dell’area non riesce a centrare il bersaglio. Qualche minuto dopo ci prova anche Commons, che però conclude a lato. Stesso copione alcuni istanti dopo con Lustig che non riesce a inquadrare la porta su assist di Kayal.
Nella ripresa il Celtic cala e l’Inverness guadagna minuto dopo minuto fiducia e pericolosità: nel primo quarto d’ora Ambrose e Mulgrew sono provvidenziali in chiusura su insidiosi cross provenienti dalla fascia, ma l’intera difesa bianco verde non può nulla al 64’. Roberts serve McKay ben appostato sul secondo palo e l’attaccante dell’Inverness batte Forster, anche se Mulgrew e compagni protestano per un fuorigioco non ravvisato dalla terna arbitrale.
Lennon, nel tentativo di risollevare le sorti dell’incontro, mette in campo Brown, Lassad e McCourt ed è soprattutto quest’ultimo a causare scompiglio nella difesa ospite che per ben due volte sfiora l’autogol. Nella prima circostanza è attento il portiere Reguero, mentre nella seconda l’Inverness è fortunato visto che la palla è respinta dal palo. All’82’ è invece Commons a sfiorare l’1-1, ma prima il suo tiro viene parato di piede sempre da Reguero e poi il numero 15 biancoverde, sulla ribattuta, mette il pallone alto sopra la traversa. All’86’, infine, è l’Inverness ad andare vicinissimo al raddoppio: il tiro di McKay viene respinto dalla traversa e sulla ribattuta del “legno” è Doran a cercare la porta, ma un ben appostato Ambrose salva sulla linea.
Gli ospiti riescono comunque a portare a casa l’intera posta in palio e per il Celtic, che rimane comunque solo in testa al campionato arriva la seconda sconfitta nelle ultime tre gare interne in cui Brown e compagni hanno raccolto solamente un punto.

CELTIC: Forster, Lustig, Ambrose, Mulgrew, Matthews (Brown 69’), Commons, Wanyama, Kayal, Samaras, Watt (McCourt 65’), Hooper (Lassad 76’). All. Lennon.
INVERNESS CT: Reguero, Raven, Warren, Meekings, G. Shinnie, Tudor Jones, Foran, A. Shinnie, Doran, Roberts (Pepper 92’), McKay (Sutherland 87’). All. Butcher.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...