CL: I bhoys sprecano il primo match point

BENFICA 2-1 CELTIC

Ola John 7′ (B), Samaras 32′ (C), Garay 71′ (B)

5° turno Champions League: BENFICA 2-1 CELTIC

Dopo la vittoria del Barcelona nel pomeriggio sul campo dello Spartak Mosca, sarebbe bastato un pareggio con gol al Celtic sul campo del Benfica per qualificarsi con una giornata d’anticipo agli ottavi di finale di Champions League.

E invece, in terra portoghese, proprio nella città dove il Celtic si laureò campione d’Europa nel 1967 arriva una sconfitta per 2-1 che rimanda il verdetto definitivo sull’accesso agli ottavi all’ultima giornata dei gironi eliminatori, in programma a inizio dicembre.

Gli uomini di Neil Lennon non riescono a bissare la grande prova casalinga contro il Barcelona di due sole settimane prima e, complice un atteggiamento troppo rinunciatario, devono cedere il passo ai rossi di Lisbona.

Al 7’ i padroni di casa sono già in vantaggio: Matthews non riesce a rinviare il pallone dal settore sinistro della difesa biancoverde e così la sfera giunge in area. Un primo tentativo di conclusione da parte degli attaccanti portoghesi viene respinto, ma la palla arriva poi a Ola John che lascia partire un tiro potente e preciso che non lascia scampo a Forster proteso in tuffo. Il Celtic pare accusare il colpo e, nonostante lotti su ogni pallone, non riesce a costruire trame offensive degne di nota. E’, anzi, il Benfica a sfiorare il raddoppio attorno alla mezzora, ma Cardozo, liberato sul lato sinistro dell’area di rigore non riesce a trovare la porta e la sua conclusione si perde sul fondo.
Passa comunque solo un minuto e il Celtic, al primo affondo perviene al pareggio: calcio d’angolo battuto dalla destra da Mulgrew, intelligente blocco di Hooper sul portiere del Benfica Artur e Samaras, appostato all’altezza del secondo palo e lasciato libero dai difensori portoghesi può schiacciare in rete il colpo di testa dell’1-1. A questo punto il Celtic sarebbe qualificato agli ottavi e sulle ali dell’entusiasmo costruisce un’altra occasione. Samaras “taglia” il campo da sinistra e conclude verso la porta, ma il suo tiro rasoterra è bloccato da Artur.

Nel finale di tempo si riaffaccia in avanti il Benfica con le conclusioni dalla distanza di Eduardo Salvio e Almeida che sorvolano la traversa e quella ben più pericolosa di Ola John che impegna Forster a un difficile intervento. Si va comunque al riposo sull’1-1 e la qualificazione agli ottavi ancora nelle tasche del Celtic.

Nella ripresa, però, il Benfica intensifica ulteriormente la propria pressione: in avvio Lima salta con facilità Ambrose in area di rigore e lascia partire un tiro che supera Forster, ma viene salvato sulla linea da un miracoloso intervento di Matthews. Pochi minuti dopo è ancora il numero 2 del Celtic protagonista di un’ottima chiusura su Cardozo. La partita diventa un monologo portoghese: su un cross proveniente dalla fascia sinistra Salvio si libera in area, ma arriva con un attimo di ritardo all’appuntamento con il pallone. Matic, invece, prima conclude alto sopra la traversa e poi serve un invitante pallone a Luisao con il capitano del Benfica che però di testa manda alto sopra la traversa. Dopo un intervento di Forster su rasoterra di Lima, però, il Celtic capitola: su un cross dalla trequarti Luisao riesce a fare la sponda per Garay che completamente solo in area fulmina con un tiro al volo l’incolpevole Forster.

Il Celtic reagisce immediatamente con un tiro dalla distanza di Wanyama respinto da Artur senza che poi Commons, sulla ribattuta riesca a trovare la via della rete. Il Benfica comunque non sta a guardare e colpisce prima una traversa con Salvio e poi sfiora il terzo gol anche con Gaitan il cui tiro è deviato di pugno in corner da Forster.

Negli ultimi minuti il Celtic ci prova con maggiore intensità, ma non raggiunge il pareggio: Kayal e Watt in pieno recupero concludono a lato da favorevole posizione, mentre Artur è attento e salva il tentativo di Kayal. Il Benfica si impone così 2-1 e raggiunge il Celtic in classifica a quota 7 punti. Ora per qualificarsi agli ottavi gli uomini di Neil Lennon dovranno battere lo Spartak Mosca e sperare che il Benfica non faccia altrettanto con il Barcelona, oppure pareggiare con i russi sperando che i portoghesi perdano al Camp Nou.

BENFICA: Artur, Almeida, Luisao, Garay, Melgarejo, Matic (Pereira 77’), Perez, Salvio (Jardel 89’), Lima (Gaitan 75’), Ola John, Cardozo. All. Jorge Jesus.

CELTIC: Forster, Lustig, Ambrose, Wilson, Matthews, Brown (Commons 65’), Wanyama, Ledley (Watt 80’), Mulgrew (Kayal 46’), Hooper, Samaras. All. Lennon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...