SPL: Un Celtic in crescita vince anche a Inverness

INVERNESS CT 2-4 CELTIC

Wanyama 4′ (C), Watt 25′, 64′ (C), Mulgrew 48′(C), Draper 82′, 87′ (I)

3° turno SPL: INVERNESS CT 2-4 CELTIC

Ricordate Dingwall la settimana scorsa? Le Highlands, le colline, i laghi e tutto quell’insieme di cose che caratterizza certi paesaggi da favola? Bene, perché questa settimana il Celtic va di nuovo in scena da quelle parti, più precisamente a Inverness, a pochi passi dal celebre Loch Ness, il lago conosciuto ovunque nel mondo per gli avvistamenti di Nessie, l’ipotetico mostro che si dice popoli quelle acque. Ed è innegabile che da queste parti, in passato, l’influenza del leggendario mostro è stata veramente pesante sulle spalle dei nostri, ma questa è un’altra storia. Storia passata.

La storia presente narra invece di un Celtic che, seppur privo di diversi titolari, è frizzante e si rende subito pericoloso con Hooper il quale, dopo un tunnel ai danni di un difensore avversario, chiama ad impegnarsi Ryan Esson, il portiere dei padroni di casa. Dal conseguente corner, battuto da Matthews, è invece Wanyama a svettare più in alto di tutti e a mandare la palla in rete. 1-0 e siamo solo al 3° minuto di gioco. L’immediato vantaggio galvanizza ulteriormente la squadra che si rende nuovamente pericolosa con Tony Watt che taglia bene al centro dalla sinistra, ma la sua conclusione si spegne sopra la traversa. Al 17° è invece l’Inverness a presentarsi in avanti con una conclusione dalla distanza di Doran che scalda i guantoni di Fortser. Un buon tentativo quello del giovane esterno destro irlandese, che però precede il raddoppio degli Hoops: minuto 25, la difesa avversaria sale troppo dimenticandosi completamente della trappola del fuorigioco, Watt raccoglie il pallone e si invola in solitaria nell’area avversaria dove ad attenderlo c’è il solo Esson che viene trafitto senza problemi dal giovane attaccante. La squadra di Terry Butcher, a cui vengono indirizzati cori inneggianti Maradona (fu uno dei difensori inglesi che cercarono invano di fermare il fuoriclasse argentino nella sua leggendaria cavalcata definita come “Gol Del Secolo” durante la finale dei Mondiali 1986), tenta di accorciare immediatamente le distanze, ma il tentativo di Shinne si spegne fiaccamente a lato.

Inizia così la ripresa, che si apre esattamente nella stessa maniera il cui era iniziato il match. 48°: punizione al limite, Matthews alla battuta finta il cross e tocca invece rasoterra al centro dove Mulgrew brucia tutti andando alla conclusione di prima che si insacca nell’angolino basso alle spalle del portiere, realizzando così la rete del 3-0. I Bhoys a questo punto iniziano a dilagare: Watt si libera di Simon King e tocca per Hooper nell’area piccola, ma questa volta Esson non si lascia beffare. Poco dopo, al 64°, è nuovamente la giovane punta a rendersi protagonista realizzando la rete del 4-0 che vale anche la sua personalissima doppietta: Izaguirre si invola sulla sinistra e mette in mezzo dove Matthews tocca male in un primo momento, ma il terzino Gallese è caparbio a riconquistare il pallone e ad appoggiarlo a Watt che lo scaraventa in porta senza pensarci due volte. Risultato che chiude definitivamente la partita, senza lasciare possibilità di replica ai padroni di casa. E invece no, perché il Celtic, nel bene o nel male, ci dà sempre motivo di divertirci e di sussultare. L’Inverness ritrova grinta e orgoglio grazie a Draper che, nei 10 minuti finali, approfitta di qualche distrazione difensiva riuscendo a segnare due reti che fissano il risultato finale sul 4-2.

INVERNESS CALEY THISTLE (4-5-1) Esson; Raven (Meekings 55) Warren, King, Shinnie; Sutherland (Morrison 55) Draper, Ross (Pepper 66) A. Shinnie, Doran; McKay
Not Used: Reguero, Laing, Polwarth, Whyte

CELTIC (4-4-2) Forster; Lustig, Wilson, Mulgrew, Izaguirre (Chalmers 75) Matthews (Bangura 68) Wanyama, Twardzik, McCourt, Watt, Hooper (Forrest 65)
Subs: Zaluska, Irvine, McGregor, Bangura, Slane

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...