CL: Finalmente una vittoria esterna in Europa

HJK HELSINKI 0-2 CELTIC

Ledley 67′ (C), Samaras 86′ (C)

3° Turno preliminare Champions League (rit): HJK Helsinki 0-2 Celtic

Il Celtic torna alla tanto agoniata vittoria esterna proprio a distanza di un eguale evento di qualche anni orsono, quando i bhoys espugnarono Mosca per un analoga vittoria vitalizia per le sorti stagionali.
Il risultato di 2 a 0 non deve pero’ trarre in inganno chi non ha avuto l’opportunita’ di vedere il match, dato che per almeno una cinquantina di minuti, nonostante l’oggettivo divario tecnico, è stata partita vera, con i finlandesi sicuramente piu’ avanti in termini di chilometri e di gambe (il campionato finlandese è in pieno svolgimento) che hanno impensierito una difesa dei bhoys, c’è da dire, ancora non oliata alla perfezione.
All’andata qualche campanello d’allarme è risuonato e non tanto per il gol subito, ma per alcune diagonali e recuperi difensivi “di emergenza” da parte di Matthews e Mulgrew ; in terra finlandese qualche difetto lo si è riscontrato, specie per il non ottimale rendimento del filtro a centrocampo Brown-Wanyama che permetteva qualche inserimento di troppo dell’HjK.
Il line up del Celtic ha visto l’accomodarsi in panchina di Kayal (utilizzato nel match casalingo d’esordio sabato a Celtic Park) e un centrocampo numericamente piu’ folto con Commons, Ledley e Samaras a rifornire il terminale offensivo Gary Hooper.
Il primo tempo scivola veloce con molte occasioni da parte dei bhoys fra cui un clamoroso gol divorato dal capitano Brown davanti al portiere Wallen, su splendida invenzione di Mulgrew.
Anche i finlandesi hanno una ghiottissima occasione di portarsi in vantaggio ma stavolta è Forster a negargli la gioia del gol.
Ecco uno spunto di riflessione riprendendo la scorsa splendida stagione , dato che queste due partite hanno dimostrato quanto questa squadra, si basa soprattutto su quattro elementi di autentico spessore che, guarda caso, sono stati in lizza per i premi annuali della tifoseria come “player of the year”…
Non è un caso che lo scorso anno la nostra rincorsa sia passata anche da alcuni interventi prodigiosi di Forster (su tutti il calcio di rigore al 90 minuto neutralizzato nel match contro gli Hearts), sui gol decisivi e sugli inserimenti in fase offensiva di Joe Ledley (oltre che alla polivalenza tattica…causa infortunio prolungato di Izaguirre), sui gol di Hooper (che sta tenendo una media reti similare a quella di “King Henrik”…) e sullo stato di forma strepitoso di Charlie Mulgrew.
Proprio quest’ultimo è il protagonista del gol del vantaggio che mette in ghiaccio la partita e la qualificazione, con una splendida sovrapposizione sulla fascia, un dribbling con finta degna del miglior esterno d’attacco e un cross al bacio per Ledley che insacca di spalla, spiazzando il portiere.
L’abbraccio di tutta la squadra sotto il settore dei tifosi è qualcosa di spettacolare, a dimostrazione che il gruppo è unito e voglia con determinazione portarci a rivedere le stelle europee…
A questo punto l’HJK ha un sussulto d’orgoglio e si riversa nella meta’ campo del Celtic , costringendo i nostri a qualche ammonizione forse evitabile.
Nella foga ne fa le spese Wanyama (nell’arco dei 180 minuti il giocatore piu’ sconcentrato in campo forse distratto dalle sirene di mercato inglesi…) che viene allontanato per doppia ammonizione.
La squadra in ogni caso  anche con l’inserimeno di Kayal e Forrest è in totale controllo del match e lo legittima con una splendida combinazione fra Ledley (gol, assist e man of the match) e Samaras, similare al raddoppio italiano in quel famoso Italia Germania di Dortmund.
E’ l’ombrellino sul long drink e puo’ esplodere la gioia sugli spalti per gli intrepidi tifosi al seguito.
Ora il Celtic si giocherà l’accesso alla fase finale a gruppi nell’ultimo turno di spareggio contro i campioni svedesi in carica dell’ Helsingborg.

CELTIC: Forster, Matthews, Izaguirre, Mulgrew, Rogne, Brown, Commons (Forrest 74′), Ledley, Wanyama, Samaras (Murphy 88′), Hooper (Kayal 74′). All. Lennon
HJK HELSINKI: Wallen, Lahti, Lindstrom, Mannstrom (Zeneli 74′), Vayrynen, Sumusalo, Perovuo (Sadik 69′), Savage, Sorsa, Schuller, Pohjanpalo (Pelvas 78′)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...