CONSIDERAZIONI DI UN PRESIDENTE

Celtic champions 2011/2012

Celtic champions 2011/2012

Cari soci, concludiamo questa annata vincente, ma anche particolare per le note vicissitudini in SPL, con alcune riflessioni. La prima cosa che mi salta alla mente, da “antenato” appassionato dei bhoys (la prima esperienza data infatti fine anni ’70) è l’aver constatato che molti di voi sono entrati letteralmente nella parte, cioè nel sentirsi tifosi biancoverdi alla stregua di tutti coloro che vivono nelle isole britanniche o che da lì sono emigrati: un esempio ne sono le vostre esternazioni che vedo postate nei commenti sul nostro forum quando, dopo una sconfitta, si richiede a gran voce la cacciata dell’allenatore o del tal giocatore senza mezzi termini. Basta tuttavia una vittoria per elevare gli stessi soggetti a “eroi salvatori della patria” !! E’ la reale incarnazione dello spirito del tifoso dei bhoys; e questo è un sintomo che anche per noi “italians” il seme della passione ha messo il germoglio. La stagione che si è appena conclusa può lasciarci l’amaro in bocca, per le considerazioni di cui sopra, viste le sconfitte inopinate nelle due coppe nazionali, ma invito a leggere in profondità il percorso di Lennon & c.. Vincere un titolo non è mai facile, soprattutto partendo dalle opache prestazioni di inizio stagione e rincorrendo gli avversari per colmare un notevole divario. Ma se pensiamo che da quel momento la squadra ha sbaragliato gli avversari, dobbiamo essere fieri di festeggiare un titolo che mancava dai tempi di Strachan; e per una squadra condannata a vincere possiamo guardare al bicchiere mezzo pieno, il punto da cui ripartire per ripeterci (cosa mai agevole) e per migliorare sotto tutti gli aspetti, senza dimenticare che in passato quando noi eravamo in grosse difficoltà tecniche ed economico-finanziarie, altri club hanno fatto incetta di titoli nazionali mostrando quella “fame di vittorie” che in qualche occasione a noi è indubbiamente mancata. Come CSC non posso che lodare e ricordare con felicità le iniziative che in questa stagione abbiamo intrapreso, dai ritrovi non ufficiali, alle trasferte ufficiali e non, al classico meeting annuale di Barga (potremo mai ringraziare a dovere gli amici di Barga ?), il tutto sempre all’insegna dell’allegria, della passione e dell’amicizia. Intendo ringraziare, a nome di Sainam, tutti coloro che hanno contribuito con la propria generosità ad aiutare Claudio e la sua associazione, mostrando ancora una volta che il Celtic è una grande famiglia. Ritengo quindi che, vittorie e sconfitte a parte, passione, allegria e amicizia siano i punti focali che ci devono spingere oltre le vicissitudini calcistiche, perché incarnano lo spirito del vero tifoso del Celtic, quale ognuno di noi deve essere. Tutto il resto passa in secondo piano, Conga a parte !!!!!

HAIL HAIL – Boretim – Il Presidente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...