IN PARADISE WAITING FOR A MIRACLE

IN PARADISE WAITING FOR A MIRACLE

38ª gior. SPL: Celtic 4-0 Motherwell
Glasgow, 22 Maggio 2011

Vorrei partire così, con una frase che mi sono sentito rivolgere sia sabato, dunque prima del match, sia domenica, a Spl ormai conclusa e persa. REMEMBER, CHAMPIONS OR NOT, TOMORROW (MONDAY) MORNING WE WILL WAKE UP, PROUD TO BE CELTIC SUPPORTERS… Credo che questa sia la frase che possa sintetizzare al meglio i nostri tre giorni a Glasgow e più in generale la passione biancoverde che accomuna tutti noi..e dal racconto credo capirete perchè. Anyway..partenza venerdì da Orio al Serio e arrivo a Prestwick in serata: ad accoglieci Manuel Pascali, per chi non lo sapesse giocatore del Kilmarnock, conosciuto in occasione della trasferta del 2009. Anche lui ci rassicura dicendo che lo spogliatoio killies crede nell’impresa di fermare gli unni, che sono carichi e che vorrebbero fare il loro giro d’onore al termine della partita senza avere in mezzo alle scatole gli unni che festeggiano..Non mancano i commenti neanche su Commons (<<sembra un giocatore di Holly e Benji, tira e segna da ogni posizione>>). Con il senno di poi e non dubitando per nulla della sua buona fede, le parole di Manuel fanno sorridere, visto che al 6′ erano già sotto 3-0.. Arriviamo a Glasgow, ma è tutto chiuso, dunque a nanna..La mattina dopo assalto allo store e poi via per i bar di Gallowgate per le prime pinte: rimaniamo subito colpiti da uno striscione che campeggia sopra il Bairds “Neil on Gallowgate you’ll never walk alone”) e il significato di queste parole sarà poi molto palese domenica al Paradise…Con le pinte arrivano anche le prime canzoni, i primi incontri, le prime strette di mano con tutti i Celt, come sempre inorgogliti e un pò curiosi (anche se ormai conoscono bene gli Italian Celts) che dei tifosi possano venire dall’Italia per tifare gli hoops..Sosta tecnica per smaltire (almeno leggermente) l’alcol e in serata ancora via a Gallowgate per un’altra tornata di birre, canti e festa con i tifosi.. E arriviamo a domenica..di buon mattino arriviamo allo stadio, dove assistiamo all’arrivo della squadra in pullman, accolto da cori in particolare per il nostro Neil..l’ambiente, insomma, è carico, tutti noi crediamo nell’impresa, nel miracolo di essere a fine giornata campioni di Scozia. Allo stadio sistemiamo la nostra bandiera (che risulta ben visibile in vari video della partita e del pubblico) e ci andiamo a sedere: neanche il tempo di appoggiare le chiappe sul seggiolino che il nostro vicino si lascia andare a incredibili imprecazioni..capiamo che gli unni sono già in vantaggio..ma questo non rovina l’atmosfera..Something inside so stong per Lennon all’ingresso delle squadre in campo, atmosfera incredibile per tutti i 90 minuti e bella partita dei bhoys che vincono 4-0..letteralmente da brividi l’huddle di 60mila persone al 53′ (in occasione di una pausa di gioco per infortunio di Wilson) e il YNWA spontaneo a cavallo del 90′ e il fischio finale..commovente il giro di campo dei ragazzi a fine partita con lanci di sciarpe e bandiere dagli spalti per tutti loro e giocatori come Majstorovic che si inchinano al pubblico per ringraziare..insomma, per davvero..we don’t care if we win, lose or draw..Molto belle anche le coreografie della Green Brigade che finalmente trascinano anche tutto lo stadio in canti e cori. A fine match incontriamo Riccardo Crolla, scambiamo due chiacchiere con lui e attendiamo l’uscita dei giocatori per le foto..Hinkel, Kayal, Mulgrew, Emilio (il più disponibile di tutti), Wilson, Stokes, Hooper, Majstorovic, Samaras, Ledley, Maloney, McCourt e di sicuro dimentico qualcuno..tutti molto disponibili, tranne Stokes che è scappato via piuttosto contrariato. Poi di nuovo a Gallowgate per festeggiare comunque con i soliti “ingredienti”..dico solo che se fossi andato in uno dei pub di gallowgate senza sapere i risultati, sarei rimasto convinto fino alla mattina successiva che fosse stato il Celtic a laurearsi campione di Scozia. Alle 8 i pub chiudono e fuori dal Bairds ci aspetta uno schieramento di poliziotti..che fare dunque? un bel quarto d’ora di canti e cori sul marciapiede alla faccia loro che non possono fare altro che stare a guardare..infine, un corteo improvvisato di una ventina di noi (sempre cantando) fino a George Square, dove il passaggio di due tifosi unni tira fuori il peggio e l’imbecillità di un nostro tifoso, che prova a tirare un pugno al rivale..per fortuna la polizia (che ci seguiva probabilmente in incognito ed è sbucata dal nulla) riporta subito la calma.. A questo punto decidiamo di rientrare in ostello e nel tragitto incontriamo altri 2 tifosi unni: dopo una piccola incomprensione ci fermiamo a fare due chiacchiere e facciamo sportivamente i complimenti, dando loro appuntamento per la prossima stagione..più in generale i festeggiamenti (almeno a quanto ne so e leggendo i giornali del lunedì) non hanno lasciato strascichi a parte una vetrina del Celtic Store in centro contro cui è stato tirato un sasso.. Lunedì nuovo giro in centro e ritorno a casa..con Pasca che in aeroporto ci dà la maglia che ha scambiato con Hooper in occasione della sfida di Spl e che avete potuto vedere a Barga. Insomma..il miracolo in Paradiso non è avvenuto, ma il Paradise di domenica 15 maggio mi ha insegnato una volta per tutte cosa vuol dire essere un vero Celt..passione e devozione incredibili..di cui io sono orgoglioso di fare parte..E se l’atmosfera è stata quella che abbiamo potuto vivere e voi vedere dai video quando abbiamo perso, figurarsi cosa succede quando vinciamo..spero di scoprirlo presto.. We love the celtic we do, we love the celtic we do, we love the celtic we dooo oh the celtic we love youuuuuuuu……

Giuseppe Maiorana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...