CONSIDERAZIONI DI FINE STAGIONE

.. This isn't the end, It's just the beginning ..

.. This isn't the end, It's just the beginning ..

Cari amici, eccoci giunti a questo appuntamento di fine stagione. Una stagione che per i numeri non ci ha visti sul podio più alto e che quindi ci condanna, ma personalmente userei il termine di condanna nei confronti di quelle persone che hanno usato un grave comportamento nei confronti del nostro manager, che ricordo essere l’allenatore di una squadra di calcio, e sottolineo marcatamente la parola calcio, termine che dovrebbe far rima con sport, solidarietà, amicizia e passione. Tutte qualità che fortunatamente fanno ancora parte del nostro pedigree.
Come presidente dell’associazione, rivolgo un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla nostra attività, in campo telematico (vds l’impulso alla pagina di facebook), nel campo della solidarietà ( l’invio di un contributo economico a favore di Sainam, frutto di una serata a Verona fra i soci della zona nord), e anche a coloro che fisicamente hanno frequentato Celtic Park, incitando con voce italiana la nostra squadra.
La tecnoclogia telematica, che fin dall’inizio ha aiutato tutti noi a conoscerci, talvolta rimane virtuale nel vero senso della parola, poichè le discussioni sono così accese e appassionate che molte volte ci portano oltre, con debita arrabbiatura, che è soltanto il frutto di una forte passione e di giusto orgoglio personale. In merito a questo le opinioni risultano logicamente diverse e spesso non condivise, ma questo lasciatemi dire che è anche il lato bello di una passione, che unisce e rende amici, avviciandoci alla grande familgia del Celtic. Sono sicuro che se anche qualcuno si è allontanato dal nostro gruppo per i più disparati motivi, non perderà mai la passione per il Celtic: e questa è la cosa più importante.
Guardando al futuro, gli appuntamenti e le iniziative saranno visibili sui nostri riferimenti telematici, volevo chiudere con un significativo riferimento. Quest’anno ricorre il 30° anniversario della scomparsa di John Doyle. Chi sia stato John Doyle è noto ormai a molti, se non a tutti. Vi assicuro che John Doyle non era un eroe nè un super giocatore. Era però un bhoy di quelli veri, un appassionato tifoso del Celtic, come tutti noi, che ha coronato il sogno di ogni bambino appassionato di calcio: giocare per la propria squadra del cuore. Dopo 30 anni di ricerche sulla sua vita, la mia soddisfazione più bella da quando seguo il Celtic è stato ricevere una lettera dalla figlia di Doyle, dove venivo ringraziato, a distanza di così tanto tempo, per non aver dimenticato il suo papà. John Doyle era una persona normale, ma soprattutto una persona perbene. Se dobbiamo pensare ai nostri comportamenti, da tifoso del Celtic (ma non solo), vi esorto a comportarvi sempre da persone perbene. Seguendo il buon esempio di John Doyle.

Hail Hail

Boretim – Presidente The Italian Celts CSC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...