SPL: ROCAMBOLESCO PAREGGIO DEL CELTIC CONTRO IL FALKIRK

Undicesima giornata di SPL e il Celtic è impegnato sul campo del Falkirk. Ancora indisponibili per gli Hoops Boruc,Brown e Maloney. A centrocampo ritorna Robson a far coppia con Nguemo mentre in attacco ritorna titolare dal primo minuto Fortune, dall’inizio anche Paddy McCourt. Il Falkirk inizia bene la partita e nei primi venti minuti mette in difficoltà il Celtic e impensierisce un paio di volte Zaluska. I Bhoys non riescono a costruire nessun azione degno di questo nome e soprattutto non riescono ad impensierire il portiere avversario. Al 44′ gli Hoops hanno l’occasione di passare in vantaggio. Fox viene atterrato sulla linea dell’area di rigore e l’arbitro assegna il penalty. Sul dischetto si porta McGeady che prima si vede respingere il suo tiro e successivamente non riesce ad insaccare la respinta. Un’ottima opportunità,sprecata, per il Celtic di chiudere in vantaggio il primo tempo. Primo tempo che si chiude sul punteggio di 0-0. La ripresa inizia con l’ingresso di McManus al posto di Loovens. Il Celtic inizia la ripresa in maniera più convinta e al 55′ trova il vantaggio. Punizione dalla sinistra battuta da Robson che trova un perfetto stacco di Caldwell sul secondo palo che insacca sul palo opposto. Bel gol per il difensore scozzese. Il Falkirk continua a giocare bene e al 61′ trova il pareggio. Caldwell, protagonista nel bene e nel male, si fa saltare dall’avversario e poi lo ostacalo all’interno dell’area. Per l’arbitro è rigore. Sul dischetto si presenta Arfield che mette la palla in rete nell’angolino alla destra di Zaluska che sfiora soltanto. Dopo il pareggio il Falkirk ha maggiore veemenza mentre il Celtic continua in una prestazione molto sottotono. Al 64′ il Falkirk passa in vantaggio con Mouthino che di piatto al volo, nell’area piccola, manda in rete la palla proveniente da un cross dalla sinistra. Meritato il vantaggio da parte del Falkirk che stà proponendo, ai propri tifosi, una splendida prestazione.  Al 67′ Mowbray decide che si deve cambiare e manda in campo McDonald e Zheng Zi al posto di McCourt e Robson. Per McCourt una prestazione inesistente. McDonald riesce a dare la scossa chiesta da Mogga e al 72′ manda in rete di testa un perfetto cross di Fox. Ottimo impatto per il giocatore austrialiano. Dopo il pareggio gli Hoops si spingono in avanti e al 79” trovano il nuovo vantaggio. Questa volta è Samaras a crossare basso dalla sinistra e a trovare pronto ancora McDonald che senza problemi spinge in rete il gol del 2-3. Dopo il nuovo vantaggio il Celtic non riesce a spingere per chiudere la partita sprecando anche qualche occasione. Il Falkirk continua a giocare molto meglio e con caparbietà arriva al clamoroso pareggio. E’ l’83’ quando Stewart scende sulla sinistra del fronte d’attacco non trovando nessun ostacolo riesce ad entrare in area e infilare Zaluska sul primo palo. Pareggio davvero meritato da parte del Falkirk. Il Celtic si spinge in avanti ma non riesce a trovare il nuovo vantaggio. La gara finisce dopo tre minuti di recupero sul punteggio di 3-3. Una gara incolore da parte dei Bhoys che non sono riusciti mai ad imporre il proprio gioco. Nel primo tempo ne Samaras ne Fortune sono riusciti ad impensierire il portiere avversario, notevoli passi indietri anche per McCourt. Solo l’entrata di McDonald, autore di una prova incolore giovedi ad Amburgo, riesce a dare la scossa. Anche la difesa ha continuato a dare segnali di poco affidamento permettendo troppo agli avversari. Un centrocampo che sbaglia una serie innumerevoli di passaggi e non riesce a dare l’input alle azioni offensive. Troppi punti negativi per il Celtic che aveva fatto vedere nelle gare contro i Killies e contro l’Amburgo dei segnali di miglioramento. Con questo pareggio il Celtic mantiene la testa della classifica con due punti di vantaggio sui Rangers, vittoriosi ieri per 2-1 contro il St.Mirren, che però dovranno recuperare, a dicembre, la gara sospesa domenica scorsa per pioggia contro il Dundee Utd. Prossimo appuntamento per il Celtic in SPL è per domenica 22 Novembre, dopo la sosta per le nazionali, in casa del Dundee Utd.

CELTIC (4-4-2) Zaluska; Hinkel, Caldwell, Loovens (McManus 46), Fox; McGeady, Robson (McDonald 67), NGuemo, McCourt (Zheng 67); Fortune, Samaras.
Subs: Cervi, Caddis, Crosas, Forrest.

Annunci

3 thoughts on “SPL: ROCAMBOLESCO PAREGGIO DEL CELTIC CONTRO IL FALKIRK

  1. Comincio a pensare che, al di là dei notori problemi sempre più evidenti, il Celtic forse ha proprio bisogno di un cambio… di allenatore.
    Mi spiace ammetterlo perchè Mogga mi pare un brav’uomo e professionalmente serio, ma anche l’aspetto tecnico conta… eccome!

  2. Forse Mogga non è un big manager, ma per il Celtic potrebbe andar bene come fu per Gordon Strachan, nel WBA ha dimostrato di non esser l’ultimo, ma quanto investe la dirigenza negli acquisti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...