LA MIA PRIMA VOLTA A DIFESA DEL CELTIC

6094_1148892493454_1561844737_30377485_422289_n

Dopo aver scritto dell’esordio in prima squadra di Santonocito nella gara contro il Benfica in Canada, adesso raccontiamo l’emozioni che hanno scosso Daniele Giordano, 18enne napoletano, portiere dei Bhoys che ha esordito in prima squadra nell’amichevole del 9 settembre contro il Cork.

Mercoledì 9 settembre sei stato per la prima volta convocato in prima squadra per l’amichevole contro il Cork. Cosa hai pensato e che emozioni hai provato quando hai saputo della notizia?
E’ stata una splendida notizia che mi ha dato ancora più carica nell’inseguire il mio sogno. Sinceramente non me l’aspettavo e quando ho saputo della convocazione è stato bellissimo. Che era stato convocato in prima squadra me l’ha detto StevenWoodsy, il nostro ottimo preparatore dei portieri che io stimo tanto.

Che consigli ti ha dato Woodsy per la tua prima convocazione?
Per un ragazzo di 18 anni essere convocati in prima squadra è sempre una notizia stupenda e all’inizio mi sentivo un pò teso, ma Woodsy mi ha sempre detto di stare tranquillo e, allo stesso tempo, di impegnarmi al massimo perchè ho delle ottime qualità.

E quando all’ 82′ ti hanno detto di riscaldarti che saresti entrato in campo, cosa hai pensato?
Anche lì non credevo di essere chiamato in causa. E’stato emozionante ma non mi son lasciato prendere dalla paura e ho affrontato la situazione, e anche se ho giocato per pochi minuti son riuscito a dimostrare che ero pronto e in forma. Sono molto contento per questo.

Quotidianamente ti alleni con campioni come Boruc e Zaluska, com’è stare al loro fianco e che consigli ti danno?
Allenarti insieme al tuo idolo, Boruc per me, ti dà ancora più stimoli per il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Sono dei grandissimi portieri e il solo fatto di vederli allenare ti fa apprendere tante cose.

Ormai sono due anni che sei al Celtic, hai potuto conoscere qualcosa in più su questo club e sulla sua storia. Ti senti orgoglioso di indossare la maglia del Celtic e difenderne la porta?
Molto orgoglioso. Ogni partita che gioco è sempre un’emozione forte che ti da carica e voglia di combattere in campo e questo grazie anche ai tifosi che ti sostengono sempre.

La tua famiglia cosa ne pensa di questa avventura scozzese e come he reagito alla tua convocazione in prima squadra.
Loro sono abituati a tenermi lontano, sono andato a Lecce che avevo 12 anni, ma quando seppero che stavo per firmare per il Celtic erano molto contenti ed orgogliosi di me. E adesso che ho ricevuto la convocazione in prima squadra lo sono ancora di più.

Del vostro allenatore Neil Lennon (allenatore delle riserve) cosa ci dici?
Lo stimo sia come persona che come allenatore ci aspettiamo tutti grande cose da lui

In chiusura fai un saluto al The Italian Celts csc.
Siete meravigliosi e c’mon the hoops

 

Annunci

2 thoughts on “LA MIA PRIMA VOLTA A DIFESA DEL CELTIC

  1. caro daniele, ti auguro di arricchirti nella professione e nella vita grazie a questa esperienza al celtic. come tifoso, ti auguro di essere degno di un grande porteire del nostro passato, packy bonner.
    hail hail
    boretim

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...