SPL: C’MON BHOYS IN WHITE AND GREEN

Trentacinquesima giornata in SPL ed è ancora Old Firm al Paradise. Dopo la spettacolare vittoria di 10 giorni fa, Celtic e Rangers si incontrano di nuovo per capire se questo campionato 2007/08 deve finire o deve continuare ad essere avvincente. Nessun problema di formazione per Strachan che schiera la stessa formazione vincente di 10 giorni fa. Si parte e gli Hoops vanno in vantaggio. 4° minuto di gioco Vennegoor spizza un lunghissimo lancio servendo perfettamente McDonald che entra in area, colpisce di destro e insacca il gol del vantaggio. Fantastica partenza per gli Hoops che subito si portano in vantaggio, partita che per forza deve cambiare tatticamente. E così succede gli Huns allentano la propria fase difensiva cercando di aumentare il ritmo in attacco. Al 17° pareggio dei Rangers. Calcio d’angolo dalla sinistra del fronte d’attacco degli Huns, si incarica della battuta Weir, la palla spiove al centro dell’area piccola, Boruc non esce dalla porta e Davis riesce a colpire e ad indirizzare la palla in fondo alla rete, nonostante fosse contrastato da tre giocatori del Celtic. I Bhoys accusano il contraccolpo del pareggio e si fanno ancora chiudere nella propria metà campo. E infatti al 29° i Rangers si portano in vantaggio. Stessa azione del pareggio, angolo dalla destra sempre battuto da Weir ma questa volta è Cousin che anticipa tutti colpendo di testa sul primo palo sorprendendo Boruc. I rangers completano la rimonta portandosi sul 1-2. Brutto colpo questo per i Bhoys che dopo essersi portati in vantaggio dopo pochi minuti ad esso si trovano a dover recuperare. Gli Hoops cercano di recuperare la concentrazione e trovare il pareggio prima della fine del primo tempo. Pareggio che arriva al 43°. Bellissima azione di Mcdonald che si trova spalle alla porta, l’attaccante australiano riesce a girarsi e far partire uno stupendo tiro a girare che si insacca all’incrocio dei pali, rivelandosi imparabile per Alexander. Stupendo gol di Skippy che si stà rivelando uomo partita per il Celtic segnando una doppietta che permette a gli Hoops di andare al riposo sul punteggio di 2-2. Il secondo tempo inizia con gli Hoops che cercano di portarsi di nuovo in vantaggio. Al 49° ottima possibilità per Mcdonald che invece di calciare in porta cerca un difficile passaggio per Vennegoor che viene anticipato in corner. Al 66° capitan McManus deve lasciare il campo per un colpo ricevuto durante un azione di gioco, al suo posto O’Dea. Nuova sostituzione al 68° con Samaras che prende il posto di Vennegoor. Al 70° gli Hoops si riportano in vantaggio. Broadfoot affonda in area uno stupendo McDonald e l’arbitro non ha dubiti nell’indicare il dischetto del rigore. Dagli undici metri si prepara Robson che riesce a spiazzare Alexander, riportando i Bhoys in vantaggio. Ancora lo zampino di McDonald anche sul terzo gol, una partita da incorniciare. Dopo il gol il Celtic riesce a non farsi chiudere e a gestire stupendamente il vantaggio con un ottimo possesso palla. All’83° Brown prende il posto di Hartley. Rangers chiudono la partita in dieci uomini a causa di un fallaccio di Whittaker su Nakamura che gli costa il cartellino rosso. La partita si conclude sul 3-2 per il Celtic con il pubblico del Paradise completamente impazzito. Importantissima vittoria del Celtic in quest’ultimo Old Firm della stagione. Ora i Bhoys sono in testa alla classifica con cinque punti di vantaggio sui Gers, che devono recuperare ben tre partite. Gers che però saranno impegnati in un vero e proprio tour de force in quanto impegnati su tre fronti, semifinale di ritorno giovedi a Firenze, finale di Scottish e ben sei partite di SPL. Sognare è lecito. 

Permetteteci un tocco di vanità. Durante la telecronaca su Sky dell’Old Firm il nostro club è stato citato dal telecronista, in merito all’attenzione che l’Old Firm ha anche al di fuori della Scozia. Una bella soddisfazione per un club che ancora non ha compiuto un anno di vita ma che è gia conosciuto in tutta la penisola e anche oltre.

CELTIC (4-4-2) Boruc; Hinkel, Caldwell, McManus (O’Dea 66), Naylor; Nakamura, Robson, Hartley (S Brown 83), McGeady; McDonald, Vennegoor of Hesselink (Samaras 68).
Subs: M Brown, Caddis, Donati, Wilson

Annunci

4 thoughts on “SPL: C’MON BHOYS IN WHITE AND GREEN

  1. Continuo ad avere negli occhi la seconda perla di Skippy e l’esultanza di Robson (miglior acquisto di tutto il mercato invernale europeo a mio parere)…grandissimi ragazzi…che emozioni…sono queste le partite che ti fanno innamorare!

  2. Ho visto la bellissima partita su Sky! Sono contentissimo, ovviamente, e anche fiducioso. Crediamoci al titolo, perché tutto è possibile! C’MON BHOYS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...