SPL: NAKAMURA ILLUMINA GLI HOOPS

Ventisettesima giornata in SPL e gli Hoops sono di scena al Love Street, accolti da un’atmosfera primaverile, contro il St.Mirren. Novità nella formazione schierata da Strachan, rientra nel suo ruolo di terzino destro Hinkel, mentre Robson prende il posto di Nakamura e Donati affianca Brown. Nessuno poteva avere però idea di quanto la temperatura sarebbe salita durante l’incontro.Nonostante un avvio promettente caratterizzato da un possesso palla continuo ma altresì sterile,di vere occasioni nel primi quarantacinque minuti nemmeno l’ombra.Anzi sì,una per i Saints,autori di un contropiede magistrale in seguito ad un angolo su cui un provvidenziale allungo di Boruc ha strozzato l’urlo pronto a partire dall’ugola di Van Zanten.Si è chiuso così un primo tempo avaro di emozioni che ha visto Donati predicare nel deserto e giganteggiare a centrocampo. Nessun cambio apportato da Strachan in avvio di una ripresa cominciata sulla falsariga del primo tempo.Pochi minuti e McManus è costretto a lasciare il campo sostituito dall’ammuffito O’Dea.Il copione non cambia.Samaras prova a riscattare un abulico primo tempo con qualche affondo dei suoi da cui scaturiscono un cross su cui il fantasma di Brown è colpevolmente in ritardo ed un’accelerazione in diagonale conclusa con un sinistro sbilenco.A mezz’ora dalla fine viene cambiato Robson,in calo rispetto ad un dignitoso primo tempo,in loco di Nakamura.Cambio alla fine decisivo.Nel frattempo ci prova McGeady ad accendere la luce su una partita anonima.I suoi continui cambi passo e dribbling sono poco assecondati dal resto della squadra.Quando a dieci minuti dalla fine un nuovamente assopito Samaras viene sostituito da Killen sembra calare il sipario.Lo stesso neozelandese si trova recapitato sulla testa il pallone della vita,quello che può fare la differenza tra il divenire l’eroe della patria e l’essere un allegro turista di passaggio per caso trovatosi a scendere alla fermata Celtic Park.Occasionissima sciupata e presagio di un buio finale.Così come il sole sorge ad oriente,arriva dal Giappone un raggio che illumina la scena.Nakamura conquista un dubbio calcio di punizione dal limite dell’area,posiziona la palla con estrema sicurezza e trafigge Howard con un fendente imparabile.E’ apoteosi.Uno a zero e Rangers ancora nel mirino.Qualità delle grandi squadre è vincere anche quando non ci si esprime al massimo e oggi ,nonostante tutto,il Celtic ha dimostrato di essere tale. I punti di svantaggio dalla capolista sono sempre quattro, grazie alla vittoria degli Huns per 4-2 in casa contro il Gretna. Sembra che la stagione debba decidersi negli Old Firm ancora da giocare.

CELTIC (4-4-2) Boruc; Hinkel, Caldwell, McManus (O’Dea 48), Naylor; Robson (Nakamura 64), Donati, Brown, McGeady; Samaras (Killen 77), McDonald
Subs not used: M.Brown, Hutchinson, Hartley, Sno

 

Annunci

3 thoughts on “SPL: NAKAMURA ILLUMINA GLI HOOPS

  1. Che i Rangers disintegrassero il Gretna, lo si sapeva.I 3 punti con il St.Mirren erano d’obbligo.Meno male che ci ha pensato il genio di Nakamura a negare l’allungo alla capolista.La prestazione della squadra, tranne pochi elementi, è stata scialba rispetto alle altre occasioni(si è fatta, forse, sentire la stanchezza per la gara di coppa)ma l’importante era vincere.Ora ci aspetta l’Inverness.Speriamo di arrivare al 29 di Marzo con meno punti possibili di distacco da Ferguson e compagni!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...