CL MILAN 1-1 d.t.s. CELTIC

Prima..

Il Milan ha vinto meritatamente sul filo di lana, nei tempi supplementari, con un gol dello straordinario Kakà, ma la partita col Celtic ha palesato ancora una volta le difficoltà dei rossoneri nell’andare in gol. Va detto, comunque, che la squadra di Ancelotti non è stata fortunata: due traverse di Ambrosini e Kakà, un salvataggio di O’Dea sulla linea e parecchie parate del portiere Boruc, ma anche tanti errori. Pure contro un avversario che fuori casa non vince mai i rossoneri sono rimasti all’asciutto nei tempi regolamentari. L’importante era comunque vincere ed andare avanti e il Milan ce l’ha fatta. L’urgenza del risultato ha messo in evidenza i problemi del Milan in fase d’attacco quando non c’è Ronaldo che peraltro non può giocare in Champions. Le possibilità di forzare il robusto apparato difensivo degli scozzesi nel primo tempo sono passate quasi sempre attraverso la corsia di sinistra, dove hanno agito Seedorf e Jankulovski, più raramente dalle parti di Oddo sulla destra. La ricerca di convogliare il gioco verso Inzaghi è risultato pressoché vano perché Superpippo è stato marcato bene da McManus. L’altra opzione per il gioco d’attacco rossonero è stata affidata alle sgroppate di Kakà sfociate in tiri poco precisi oppure preda della difesa scozzese. In realtà il Milan ha creato tre occasioni da gol: al 4′ su azione Maldini-Seedorf-Kakà con diagonale che ha costretto il sicurissimo Boruc a una deviazione sulla sinistra, al 23′ su un passaggio di Seedorf sulla destra per Inzaghi, anticipato da McManaus, e al 38′ quando Kakà da sinistra ha trovato la testa di Ambrosini al centro: il mediano non è stato fortunato perché la palla si è stampata sulla traversa. Il Celtic, da parte sua, ha fatto molto meno. La squadra scozzese ha tentato di sfruttare i calci piazzati di Nakamura e qualche combinazione fortunata. Come quando, al 6′, un tentativo di Telfer è stato deviato in angolo di mano da Maldini; o nel finale di primo tempo allorchè al 40′ un colpo di testa di Vennegoor è stato sfortunatamente deviato da Oddo (peraltro non eccezionale) verso Dida e al 43′ quando Jarosik da sinistra non ha trovato la testa di Vennegoor. Ad esser sinceri non è stato un primo tempo di qualità. Il Milan ha commesso alcuni errori in difesa e solo la corsa e le doti da combattimento di Gattuso e Ambrosini hanno impressionato, ma a tratti. La squadra di Ancelotti ha cercato di sveltire la manovra nella ripresa: all’8′ un lungo lancio di Pirlo (mediocre) per Jankulovski ha permesso al terzino di cossare per Inzaghi che ha girato di poco a lato; poi un fallo di Nylor (dentro o fuori area?) ha fermato un’incursione di Inzaghi. Strachan ha poi giocato la carta Gravesen (molto attivo): il tecnico scozzese ha forse capito che per avere qualche possibilità di segnare era necessario cambiare qualcosa. Il Milan ha tuttavia moltiplicato i propri tentativi di perforare l’abbottonatissima difesa avversaria: il Celtic ha spudoratamente puntato insomma allo 0-0 in attesa di un colpo di fortuna. Al 26′ O’Dea ha salvato di testa sulla lina dopo un colpo di testa di Inzaghi su calcio d’angolo. Ancelotti a questo punto ha sostituito Inzaghi con Gilardino e Gattuso con Brocchi, per un’iniezione di freschezza, visto il calo dei rossoneri. Un tentativo di testa di Maldini salvato da Boruc in maniera rocambolesca, un intervento di Ambrosini su Nakamura in area (gli scozzesi hanno protestato), una punizione di Seedorf che ha fatto volare Boruc e una traversa di Kakà al 43′ hanno concluso i tempi regolamentari, in cui il Milan non è stato fortunato. Quando al 3′ del primo tempo supplementare Kakà ha conquistato di forza la palla a centrocampo, è filato via e, giunto in area, ha tirato rasoterra "bucando" Boruc fra le gambe, l’incubo è finito e la serata è finita in gloria. Boruc poi ha impedito il secondo gol su due conclusioni di Pirlo e c’è stata qualche sofferenza in difesa. Ma il Celtic è veramente scarso. (da Repubblica.it)

dopo.. che ne pensate del match di ieri sera?

Celtic: Boruc, Telfer, McManus, O’Dea, Naylor, Nakamura (Miller 106), Lennon, Sno (Beattie 97), McGeady, Jarosik (Gravesen 62), Vennegoor of Hesselink. Subs Not Used: Brown, Wilson, Kennedy, Riordan.

Booked: McManus, Naylor, McGeady, Lennon. Att: 65,000 Ref: Konrad Plautz (Austria).

Annunci

5 thoughts on “CL MILAN 1-1 d.t.s. CELTIC

  1. siamo stati bravi a portare il milan ai supplementari. in attacco siamo scarsi (ma di fronte avevamo il milan, non il falkirk o il dundee ..), a centrocampo e in difesa abbiamo giocato alla pari. due considerazioni: la lezione di tifo pacifico e folkloristico e il rimpianto di essere a s.siro quando ambrosini ha tirato giù nakamura a 3 minuti dalla fine in area. ma il rigore ce lo daranno la prossima volta. forza celtic

  2. Ragazzi, considerato che nelle previsioni il Milan doveva qualificarsi facilmente, direi che siamo usciti con molto onore.

    Da sfavoriti, magari si poteva cercare di avere un’atteggiamento più “propositivo” per cercare di vincere la gara disputata in casa.

    Comunque ora, sotto la guida di Strachan, la squadra gioca in una maniera più “europea” (palla a terra, fraseggi stretti anche in fase difensiva, lanci lunghi solo quando necessario) ; bisogna migliorare ancora un po’ la qualità tecnica del centrocampo.

    In ogni modo, è stata una campagna europea soddisfacente, abbiamo superato l’ostacolo di un girone di qualificazione qualitativamente buono e giocato tatticamente molto disciplinati con un avversario tecnicamente migliore.

  3. CELTIC NEWS

    Boss: I’m proud of my players
    Newsroom Staff

    A PROUD Gordon Strachan has praised his players after Celtic’s heroic display against AC Milan in the UEFA Champions League.

    Celtic matched the Italian giants over 180 minutes of football, with both ties finishing goalless, and it took a strike from Brazilian attacker Kaka in extra-time to finally decide the tie.

    Backed by thousands of Celtic supporters in the San Siro, Strachan’s side battled bravely against one of the tournament favourites, and while Artur Boruc and the woodwork came to Celtic’s rescue on more than one occasion, the Hoops also had two strong penalty claims turned down by the Austrian referee.

    The Celtic manager, however, was keen to emphasise the positive aspects of the performance, and couldn’t hide his pride in his players’ performances.

    “I’m very proud of them,” he said after the game. “If there was a Champions League trophy for guts and determination then we must be in with a chance of winning it.

    “There were two great teams – one with more technique, one with incredible heart, will and determination.

    “If we can improve on technique we’ll be a good side. That’s the vision – we’ve got an incredible will to win.

    “We enjoyed this night until the final whistle – the boys really did believe they could get a goal out there. And I have to say that when Milan hit the bar late in normal time, I thought, ‘Here we go, this could be our night’.

    “In the end it wasn’t to be but we’ve done ourselves proud and we’ll be back.”

    Strachan also pointed out the relative youthfulness of his side, and the benefits his younger players will undoubtedly have gained in this season’s UEFA Champions League tournament.

    He said: “We’ve seen guys like Evander Sno, who’s still 19, grow along with youngsters like Aiden McGeady and Darren O’Dea. What a fantastic experience this has been for them. If we all improve together, we can be a match for anybody.

    “Look at what we’ve done this season. We beat Manchester United on away goals if you use the old-fashioned system and only lost one goal over two legs with AC Milan. We’ve got a good base to work from.”

    And when asked about the two penalty claims Celtic had, the manager would only say: “I don’t want to sour the night with headlines about referees.

    “The night belongs to the players who played the game and supporters of both sides.”

  4. Fans praised by Milan police
    Newsroom Staff

    CELTIC supporters have been praised for their excellent behaviour by the Milan police and the British Consulate in the Italian city.

    The club is delighted with the backing fans gave the team in Milan before, during and after the match and congratulate supporters on their performance throughout their visit to Italy.

    Despite late changes to the access arrangements at the San Siro stadium, everything went smoothly on the night and both the British Consulate and the Milan police have been in touch with the club to congratulate the Celtic fans on their behaviour, and for the way in which they cheered on the team even after the game had ended in defeat.

    Superintendent Alex McAllister of Strathclyde Police, who travelled to Milan to liaise with Italian police in the city, said: “The behaviour of the Celtic support in Milan was first-class.

    “The Milan police and the British Consular staff both commented on it. They were very impressed by the sporting manner in which the Celtic fans not only supported the team, but also accepted the disappointment of defeat.

    “It was a tremendous performance by the Celtic supporters and they left an excellent impression with everyone in Milan.”

    Celtic Football Club would also like to reiterate its message of sympathy to the family and friends of supporter Raymond Donnelly, who tragically died in Milan on Tuesday night.

    The thoughts and prayers of everyone at the club are with Mr Donnelly’s family and friends at this sad time.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...